ULTIM'ORA

Tutti marci: via Lotito-Tavecchio, fermate lo sconcio!

jacobelli-per-non-dimenticare-tutti-quelli-che-stanno-con-lotito-547490

di Paolo Paoletti – Sono impazziti tutti, anzi sono usciti tutti allo scoperto!” Solo il può salvare il calcio con la missione ‘trasparenza’ cominciata coi Nas per il controllo doping.
Sky in 5-7 minuti ha fatto finta di affrontare il caso- che è il caso Calcio-Italia!
Mauro ha fatto un vento finalmente corretto, probabilmente ‘costretto’: “un consigliere federale non può dire le cose di . e devono dimettersi”.
La D’Amico che da conduttrice incarna la linea editoriale della tv, si è rimangiata tutto avvertendo che “accusando il calcio si fa un passo indietro e non verso il rilancio del settore…” che per Sky significa recuperare i 700 milioni versati alla Lega per la Serie A.
Chi se ne frega di Sky?

Il calcio come tutto lo sport DEVE VIVERE di merito e valori, esempio per i giovani, essendo la più completa metafora della vita.
Il punto è assolutamente questo: come scandalizzarsi se dice che Carpi, Frosinone e Latina non devono venire in serie A, perchè i diritti tv ne risentirebbero, ammettendo che tutto è truccato, cioè deciso a monte?
Perchè scandalizzarsi in un paese che è tra i più corrotti del Mondo?

C’è da scandalizzarsi che per i giovani non ci sia dichiaratamente più speranza, condizione cui non mi arrenderò mai!
Il calcio deve chiudere per ridefinire tutto, come disse Mario Monti. Passa da Calciopoli a Scommettopoli a Corruttopoli a poli!!!
ha scritto, neanche detto, che l’arbitro Tagliavento era scarso o in malafede… stiamo ancora attendendo che Palazzi, capo della , emetta una sentenza!!!!

Abbiamo un Presidente che della FIGC usa soldi pubblici per comprare libri scritti da lui ed è almeno la terza volta!!!!!
Abbiamo un settore arbitrale in cui impera la compensazione: accontenta tutti i club purchè contino, Roma, , Genoa, Lazio.
Continua a rimetterci l’Udinese che fa un altro business nel triangolo tra club italiani, spagnoli, inglesi.

E’ lo imperversa senza che nessuno venga senta il pudore di prendere posizione. Anzi…

Carpi, Frosinone, Latina e le altre medio-piccole secondo , in serie A non dovrebbero mettere piede?
Venerdi scorso, 13 febbraio, in Lega nessuno ha detto nulla. Un silenzio a favore del Consigliere Federale addetto alle riforme del calcio italiano. Ridicolo!!!!!!!

Leggete. Luca Campedelli che essendo presidente del Chievo non ha i criteri per la serie A per il -pensiero, dice: “E’ stata una telefonata registrata in maniera abusiva, di conseguenza per me è come se non esistesse”.

Zamparini, presidente-padrone del Palermo, altro finto aizzatore di giustizia… “Non entro nel merito di quello che è stato detto, la cosa che mi colpisce di più è la perdita di valori: una telefonata privata che viene registrata e pubblicata. Ecco, il fatto più grave è che in questo Paese si sono persi i valori”.

Galliani, AD sodale del Grande Elettore : “Non voglio commentare. Dico solo che sono e resto amico di ”.
Ricordiamo che Adriano Galliani con è stato artefice della rielezione in Lega di Maurizio Beretta quello che “conta zero”, nonchè di Macalli in , oltre che di Carraro prima e ultimamente in Figc.

Giampaolo Pozzo, costantemente vessato dagli , s’accomoda così: “La registrazione della telefonata? Uno ” Lo quindi è la registrazione della telefonata, non ciò che ha detto .

Marco Fassone già DG del , oggi dell’ spiega l’incredibile: “Bisogna mettere mano ai criteri di ammissione dei club alla serie A e anche a quelli per i requisiti dei proprietari delle società lavorando su impiantistica sportiva, bacino d’utenza e criteri economici”.

Tradotto: Carpi, Frosinone e Latina, fatevene una ragione. Se incontrare Fassone per strada ditegli che scompaia dal calcio, non solo di non andare mai a Carpi, Frosinone e Latina. Questa gente è marcia dentro, sfrutta lo sport per business personale, truffa i tifosi e tutti gli scommettitori.
E’ la stessa linea di che pretende una Champions per 8 Italiane selezionate…
Da chi? Da questa feccia di genere umano?
Nell’ultimo anno ho sentito solo Moratti ricordare che il calcio è e resta innanzitutto “suesrtoentimento”.

I piccoli club sono già ridimensionati dalla Legge Melandri che divide i diritti tv secondo 3 criteri: bacino d’utenza, curriculum storico, risultati degli ultimi 5 anni. Ma perchè questa gente è venuta a fare soldi nel calcio?
Andassero tutti a pascolare altrove.
Faccio questo mestiere dal 1979, sono 35 anni: mi viene da vomitare a sentire queste cialtronaggini. In tanti anni ho creduto di raccontare gesta sportive, ho ammirato Rivera e Mazzola, Zoff e Gigi Riva, ho creduto in Bearzot e il Mondiale dell’82 è stata l’ultimo toccasana che mi permise di ingoiare lo dell’80. Nonostante l’amnistia che non è mai un atto di civiltà!

Ora sono stufo di questo schifo. Il calcio è morto, che qualcuno mi resusciti in un Paradiso che non appartiene a questo mondo!