ULTIM'ORA

Seedorf blocca Pippo: Silvio sotto tiro nel Milan e FI!

n_ac_milan_campioni_ed_ex_giocatori-7882574

di Nina Madonna e Romana Collina – “L’unica colpa che ho io è aver detto che era simpatico e capace. Noi non abbiamo perso, il 50% degli elettori non ha compreso che doveva essere protagonista del voto”, Berlus deve difendersi su ogni fronte: in Politica gli italiani lo hanno buttato fuori dall’, nel dove i tifosi aspettano che spieghi perchè ci sono i soldi per cacciare Seedorf e non per comprare .

Nel , Seedorf ha riutato il e si prospetta un esonero da 10 milioni di euro. Forza Italia chiede invece primarie per ripartire in viste delle politiche 2018. “Resto io a guidare il partito. Non parliamo più dei miei gli”, dice Silvio al comitato di presidenza .
Lunedi notte aveva detto Inzaghi a e Barbara, chiudendo il tempo di Seedorf con 2 anni di anticipo e 10 milioni da pagare.
Errori su errori, Silvio non è più lui. L’impero crolla e il tanto da, tanto toglie in un batter d’occhio.

“Siamo con l’acqua alla a, servono soldi”: la richiesta di Silvio Berlus allo stato maggiore del partito,, vale altrettanto per il .
L’ex premier annuncia poi il via ai congressi cittadini, entro poche ore dovrebbe annunciare anche Superpippo.

Alle 14.15 lippo Inzaghi è arrivato nella sede in via Rossi a o. Sta per essere annunciato nuovo allenatore rossonero.

Tra e Clarence Seedorf è iniziata ufcialmente la guerra. Adriano sta trattando con l’ex tecnico olandese una soluzione meno onerosa sulla rescissione contrattuale.

A Seedorf sono già arrivate diverse proposte per importanti europee. L’ultima è il , ma il tecnico non molla la presa con il .
Ha un contratto di 2,5 milioni netti no a giugno 2016: ha il coltello dalla parte del manico e incontri fra l’avvocato del Leandro Cantamessa e Deborah Martins, manager dell’olandese, segnalano il no alla rescissione con buonuscita.

Seedorf vuole 10 milioni di euro dai rossoneri e non si smuoverà. Il futuro resta incerto e topperà la misson dell’accordo con risparmio. Altra nota di demerito che Barbara sfrutterà al momento opportuno!