ULTIM'ORA

Scandalo: Elkann è in Sky, Agnelli e DDV in Gazzabet!

della-valle-agnelli

di Paolo Paoletti - Eppur si muove. L’informazione è morta e sepolta, nonostante tutto mostra qualche sussulto di verità.
Questa riguarda , prova provata d’informazione pilotata anche nello sport!

Una abberrante questione di conflitto di essi: John Elkann è nel board di !

Il presidente Fiat dal maggio 2013 ha un ruolo operativo nella nuova News Corp, gruppo che controlla .
E’ incredibile che l’amministratore deto della Holding Exor, proprietaria della Juventus, abbia un ruolo anche in , leader della pay tv digitale e opinion leader nello sport detenendo i diritti della serie A e delle Coppe Europee.

Il conflitto è pubblico ma tutti tacciono.

Tutti altrettanto sanno che ingaggia commentatori di area delle principali squadre: Mauro in quota Juve, Bergomi , Boban e Costacurta , Sosa Napoli, Di Gennaro , etc etc.
Tutti sanno anche che i direttori di sono tifosi quando va bene dei top club: Caressa è Juventino, Massimo Corcione è considerato ancora un fedelissimo che entrato in conflitto con la redazione per critiche reiterate al s’è messo in quarantena. ‘Quasi’ volontariamente. A fare il capo è to5rnato bruno con de a Caressa per il calcio.
s’è permesso addirittura di mettere il veto sugli inviati al e via dicendo… mentre Buffon ha una tresca con la D’Amico!

insomma fa e disfa il calcio italiano, attenta a non urtare la suscettibilità dei tifosi nel rispetto della legge “pesce grande mangia pesce piccolo”.
I club fingono resistenza, indignazione, autonomia: ma incassando quasi 1 miliardo l’anno, alla fine girano la faccia… e che sopruso si faccia.

Il conflitto d’essi in Italia è irritante quanto prassi: purtroppo è diventato qualcosa di tipico in Italia. Berlusconi ha evitato la galera grazie all’immunità politica e l’impunità mediatica. Alla Juventus non basta più la sudditanza psicologica e quindi tira le redini dei grandi network che orientano la testa degli italiani.

Eppure non si tratta degli unici casi di un palese conflitto d’essi nel calcio.

Diego , padrone della , e Andrea Agnelli, presidente della Juventus: sono soci in RCS e di Gazzabet, agenzia di scommesse sportive online dello stesso gruppo. E’ arcinoto, ma l’etica in Italia è qualcosa che si mangia.
Per reamento nessun tesserato FIGC può scommettere, ma e Agnelli possono essere proprietari di agenzie di scommesse. Il vuoto normativo non suggerisce il senso di opportunità e tutti vissero felici e contenti, fin quando qualcuno canta la storia e qualche PM cerca scampoli di notirietà accanto a rigurgiti di giustizia.

Se tutti gli addetti ai lavori fanno finta di non sapere, come potranno mai sapere gli italiani in che schifo è finito il calcio?

e la Famiglia Agnelli invece di far finta di tirarsi i capelli, dovrebbero dimettersi. Renzi, ex Sindaco di e attuale Premier, che fa?
Chi ne trae guadagno sono sempre gli stessi, chi se la prende in quel posto altrettanto.
Inconcepibile che e Agnelli potrebbero tranquillamente scommettere sui risultati di e Juve. E l’arroganza trionfa.

In altri paesi europei, come in Inghilterra è la Federazione che gestisce il calcio e le assemblee di sono una cosa seria. In Italia solo finti litigi, urla e bestemmie. Spettacolo da zarellari>: chi non ricorda il “siete tutti una merda” di ? Noblesse oblige…

La verità per è che i media di oggi contano come il 2 di Coppe, senza peso e senza palle!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply