ULTIM'ORA

Scandalo case, -2, Tribunale: il 19 cade Parma!

parma

di Rosa Della - Appartamenti in cambio del prolungamento del contratto. Era la prassi utilizzata dal Parma Fc dell’era per superare l’impasse con quei giocatori dai contratti più onerosi per spalmare l’ingaggio in più anni. Secondo quanto riporta oggi Gazzetta di Parma gli appartamenti erano di proprietà di un’immobiliare che fa capo al padre di Tommaso che li girava ai giocatori con il meccanismo ”appartamento acquistato uguale contratto (col Parma) prolungato”. Gli stabili sono tutti a Carpenedolo, in provincia di Brescia, ‘patria’ dell’ numero uno crociato. Cristian Zaccardo, oggi al , ne avrebbe ottenuti con questo meccanismo ben sette, uno a testa invece per Morrone, Pavarini, Lucarelli ma anche i dirigenti Leonardi e Preiti. Ora tutti questi appartamenti sono stati rimessi in vendita ma per ora senza fortuna.

Intanto spuntano nomi di possibili nuovi acquirenti. Da Proto-Group che ha offerto 500 mila euro a Manenti per rilevare la presidenza e il fardello-Parma, ma non ci sono stati riscontri tangibili. Solo voci e mancati incontri. Poi si sta parlando di un Fondo americano, legato a un imprenditore che vive a Parma, con 25 milioni -dicono- a disposizione. Non andiamo oltre.

Un’altra mazzata per il Parma. Il Tribunale della Federcalcio ha inflitto altri 2 punti di penalizzazione al , per inadempienze nei pagamenti degli stipendi ai tesserati. E inflitto 4 mesi di inibizione all’ presidente e al diesse Leonardi, che nel frattempo si è dimesso. Il Parma era già stato penalizzato di 1 punto. E ora in classica scende da 11 a 9 punti. Domenica si gioca Sassuolo-Parma.

Oltre a questo, giovedì 19 è la data concordata col Tribunale fallimene per procedere. In assenza di piani alternativi (quello di Manenti: annunciato e mai depositato n qui), il Tribunale nominerà un curatore, il quale avrà modo di gestire i circa 5 milioni garantiti dalla Lega di per la gestione delle spese da qui a ne stagione. Questa è la prassi e se niente di nuovo accadrà no a mercoledì pmo, la strada è segnata