ULTIM'ORA

Sarri, Luigi e la salvezza che si chiama Champions.

th

di Paolo Paoletti - Benitez affoga travolto dalle critiche al Real Madrid, Napoli applaude Sarri nuovo condottiero. Dietro i 10 di , i 7 di Insigne e l’inbilità di Reina da 5 gare, c’è Maurizio, Messia inatteso conquistatore del fo.
Il Napoli è secondo con 29 punti, non perde da 16 partite, l’allenatore arrivato da Empoli in punta di piedi è il segreto di questa inattesa stagione.

Sono passati appena 2 mesi dalle accuse di , che a metà settembre interpretò il sentire della piazza accusando De laurentis non Sarri di inadeguatezza. “Serviva un allenatore d’esperienza, che desse ai si garanzie” chi poteva dire il contrario?
Sarri però non è stato lo zio di , il Napoli sembra quello del secondo scudetto. Con questo gruppo non si poteva andare oltre metà classifica, anch’io mi lanciai nel dire che il 5° posto saree stato il massimo…
Dopo 12 partite, invece, è evidente che il Napoli di Sarri adesso non può fallire il podio, diversamente sì saree un fallimento!
merito del figlio di un figlio dell’Italsider, scappato da Napoli per una vita migliore.

Una sconfitta e 2 pareggi nelle prime 3, cosa è successo dopo?
Sarri ha accettato la presa di posizione della squadra: messaggero Reina, il 4-3-3 come via d’uscita. Ha lavorato sull’elastico di difesa, facendo capire che significa stare alti e scappare, quando e come farlo. Sopra perchè!
Fuori Valdifiori, il pupillo, e dal Bruges una nuova vita: 16 gare tra campionato e coppa, 14 vittorie, 2 soli pareggi.

ha chiesto scusa, Napoli si è affezionato all’uomo con la tuta, il Napoli è diventato candidato addirittura allo scudetto. Certamente per un posto Champions, che bucata per 2 anni consecutivi ha portato un rosso di bilancio da -13 milioni.
De Laurentis non se lo può permettere, lui non ci mette 1 euro, stavolta ha ripianato con le riserve di cassa. Una seconda saree tracollo.
E visto che di utili non se ne vede più, è entrato in CdA anche il figlio Luigi, compenso da 1,5 netto quanto basteree per un lauto stipendio ad un campione!

Sarri, rifiuta l’ipotesi scudetto. Almeno per adesso. Fa bene, sa ciò che dice almeno quanto fa. La scaramanzia napoletana non c’entra, ma tenere a bada la temperatiura della piazza e della squadra e cosa buona a giusta. Troppo lontano maggio per fare calcoli e tabelle.

Ecco perchè Sarri è il Salvatore, sopra del cinepresidente più dei si.
Saponara ha spiegato come stanno le cose: “Giampaolo è stato molto umile e intelligente, è arrivato e ha deciso di portare avanti il progetto che avevamo iniziato tre anni fa con Sarri dalla serie B. Non so quanto sia possibile giudicare Giampaolo sotto il profilo tecnico e tattico, perché lui s’è completamente spogliato delle proprie convinzioni e sta portando avanti il progetto di Sarri, quel modo di giocare e quella mentalità calcistica che continuiamo ad avere ancora oggi“. C’è bisogno di aggiungere altro?

Atteggiamento sereno e compassato, perde le staffe e sbaglia quando parla delle Nazionali: giocatori stanchi, a volte infortunati? Possibile, ma vale per tutti e invece la vetrina dell’azzurro e solo per pochi. E ce ne guadagnano i club .
Lunedì sera, al San Paolo, arriverà l’Inter, capolista 1 punto su. E’ gara-verità, come lo sono state Juve e Fiorentina.
Al Napoli manca poco, per dire nulla serviranno 2/3 acquisti di livello a gennaio. Per fare di testa e raffrontare difesa e centrocampo.

Per Sarri battere saree un colpo da curriculum per il Napoli battere l’Inter è un oligo battere i nerazzurri. Perché vincere aiuta a vincere e cancella ogni alibi. Sarri, lo sa. Come sa che l’uomo che riporterà lo scudetto a Napoli, resterà a vita.
Che De Laurentis lo voglia o no!

STATISTICHE
Il Napoli ha vinto cinque delle ultime sei sfide di contro il Verona.
Il Napoli è imbattuto da 16 partite tra campionato e coppe, la striscia aperta più lunga tra le squadre dei 5 migliori campionati europei.
Sono serviti 12 tiri al Napoli per sbloccare lo 0-0 di Verona.

Settimo stagionale per Lorenzo Insigne, record personale in .
Quattro dei 7 segnati da Insigne sono arrivati fuori casa.
Insigne ha anche 4 assist in 13 partite, ne aveva fatti solo 3 in lo scorso campionato.
Per la terza volta in questo campionato Insigne fa e assist nella stessa partita.

Gonzalo Higuaín ha un bottino personale di 4 in quattro sfide contro il Verona in .
Gli unici 2 in trasferta di in questo campionato sono arrivati al Bentegodi, contro il Chievo prima, l’Hellas dopo.

Il Verona non ha mai vinto in questo campionato: dal 2006/07 una squadra non riusciva a vincere nessuna delle prime 13 partite in (l’Ascoli).
Le ultime 16 volte che una squadra non ha vinto nelle prime 13, è stata retrocessa. L’ultima a evitare la retro dopo zero vittorie in 13 turni di è stata il Varese 1970/71. Campionato a 2 punti.

Dal feraio 2012 il Napoli non riusciva a tenere la porta inta in campionato per 5 partite di fila.
Il Verona invece non segna per 4 partite di fila per la prima volta dal marzo 2014.

Il Napoli ha avuto un possesso palla del 72.1%, solo contro il Carpi è stato più alto.
Il Napoli ha fatto 22 tiri in porta contro il Verona, primato stagionale.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply