ULTIM'ORA

Sarri sceglie la Premier, Mou resta solo perchè United…

d917695f7a140d335faafc92c326463a

di Mary Bridge - “In Italia è una prima del calcio d’inizio, ma se dopo 20′ una delle due squadre è sul 2-0, la partita è finita. Qui invece è una festa prima, una durante. Quale calcio preferisco? Sicuramente questo”.
Se la è gia’ innamorata di Maurizio Sarri, si tratta di un amore ricambiato: alla vigilia della terza giornata alla guida del Chelsea, il tecnico italiano definisce il confronto tra e League.

Alla terza è il ‘Monday night’ il clou con che deve zittire Pogba e il di Brighton, affrontando il Tottenham di Pochettino. La sfida del tra Lukaku e Kane potra’ potrà decidere la sfida.

Verifica per le due favorite, Manchester e , e per il Chelsea che Sarri sta governando nel plauso generale. eada in vista per i Citizens col Wolves, qualche problema in piu’ per i Reds che ricevono il Brighton mentre i Blues dovrebbero disporre del Newcastle di . Tre punti obbligatori nel derby col West Ham per l’Arsenal di Emery dopo gli stop con e Chelsea. Watford e Bournemouth possono restare in vetta a punteggio pieno avendo due impegni in casa non insormontabili.

TERZA DI .
Wolverhampton-Manchester sabato ore 13:30
Arsenal-West Ham ore16
Southampton-
Huddersfield-Cardiff
Bournemouth-Everton
-Brighton ore 18:30
Watford-Crystal Palace domenica 14:30
Newcastle-Chelsea ore 17
Fulham-Burnley
Manchester United-Tottenham Hotspur lunedì 21:00

MOU RESTA SOLO PERCHE’ E’ UNITED. Dopo l’ennesima settimane di polemiche, José ha assicurato di “non avere alcun problema” con il direttore generale del Manchester United, Ed Woodward. Nella conferenza stampa prima della pma sfida di League, lunedì sera contro il Tottenham, ha negato ogni dissidio all’interno dei Red Devils, come ampiamente riportato dai media inglesi nelle ultime settimane.
“So meno del 10% di quanto viene scritto sui quotidiani – assicura Mou – Dunque sono la persona meno indicata per commentare quanto scrivono i giornali. I rapporti con Woodward? Ovviamente non c’è alcun problema”.

Nell’ultimo turno lo United ha perso, meritatamente, in casa del Brighton, sconfitta già metabolizzata.
“C’è stata una reazione eccessiva, ma da parte della stampa. Siete voi i pessimisti, non io. Contro il abbiamo giocato bene e vinto. A Brighton abbiamo giocato male e perso”.

Che la tensione in casa United sia reale è confermato dalle indiscrezioni del tabloid Mirror, secondo cui Mou avrebbe confessato ad alcuni amici che in qualsiasi altro club avrebbe già mollato la panchina.