ULTIM'ORA

Sarri riparte dal Palermo: la gara più difficile!

C_29_articolo_1137783_upiImgPrincipaleOriz

di Nino Campa - Il Palermo, partita senza . Lo dice la classica. A meno che…
Il deve confermare l’ottimo momento, Sarri spiega: “E’ gara difcile, c’è il rischio della supercialità. Scudetto? Noi proveremo a battere i rosanero, l’unica cosa che ci essa. I sogni devono farli i , noi proviamo ad alimentarli al massimo ma con i piedi per terra”. ù

Il Palermo, avversario allo sbando…
“Fuori casa il Palermo ha fatto risultati, i problemi li ha avuti in casa. Fuori casa è a metà classica, ha comunque individualità di livello e col cambio d’allenatore si spazzano via le individualità. E’ una gara delicata, dovremo dimostrare veramente se siamo cresciuti mentalmente”.

Come è stata preparata la gara?
“Un misto, vedendo il Palermo no ad ora e poi studiando Cagliari e Bologna per Lopez”.

Le motivazioni in una gara apparentemente scontata…
“E’ la prova più difcile: essere in partita a o è facile, lo stesso in una gara ad eliminazione diretta con la , quindi la partita più importante è quella con i siciliani. Dovremo avere la stessa motivazione”.

Cosa l’attizza di più tra Scudetto, Champions e ?
“Penso solo al Palermo. I sogni devono farli i , noi proviamo ad alimentarli al massimo ma con i piedi per terra”.

Spazio ai singoli: Milik.
“Ho parlato ieri col ragazzo, saree più contento di allenarsi senza fermarsi. Non si sente ancora del tutto pronto, oggi ci riparlo ma la sua sensazione era questa”.

Chiriches.
“Quando un giocatore rientra e si allena 20 minuti lo ritenete pronto, io non la penso così. Da ieri si sta allenando, non è al 100% perchè si tras l’infortunio dal 22 dicembre e si è allenato poco”.

Pavoletti.
“Ha fatto quello che mi aspettavo, veniva da una lunga inattività e non poteva essere al 100%. L’ora di gioco lo aiuterà, serve un po’ di pazienza, avree bisogno di minuti per arrivare al top della condizione”.

Maksimovic.
“L’ho visto bene, Kalinic è uno degli attaccanti più difcili da leggere, ha un repertorio vasto, attacca la profondità, viene bene a prendere palla e Maksimovic ha fatto bene”.

Ghoulam.
“Quando si torna dalla Coppa d’Africa bisogna andarci cauti, vengono da un contesto diverso, un modo di alimentarsi diverso e anziché 30 giorni è come se fosse andato via da 3 mesi. Al di là di tutto potree esserci la necessità, doiamo vedere come sta Strinic”.

Gaiadini.
“Con me ha la media-gol più alta della sua carriera, l’anno scorso aveva la media di un gol ogni 97 minuti. La sua ? Al momento la società non mi ha detto nulla”.

Leandrinho.
“Non l’ho visto ancora, ha decit di condizione sica e quindi lo staff di preparatori lo allena a parte per metterlo al pari dei compagni”.

Chi chiede la tramite i propri agenti?
“Un agente di alto livello non lo fa, non va a toccare gli equilibri di una squadra e non tocca la professionalità di altre persone. Saree come se un allenatore se la prendesse con un procuratore se gioca male…”.