ULTIM'ORA

Sarri ringrazi Bianchi: 3 consigli, il segreto verità!

ottavio-bianchi

di Paolo Paoletti - “Mi sento di poter dare 3 consigli a Sarri; Primo: isolarsi dalle eccessive tensioni. Secondo: dire sempre la verità. Terzo: non sottovalue i che sono persone intelligentissime. Lo dice uno che a Napoli ha trascorso i suoi anni più belli”.
o Bianchi accoglie da Bergamo l’arrivo di Maurizio Sarri a Napoli. Auguri sinceri e sopratutto 3 indicazioni di cui fare tesoro:
1. isolarsi dalle eccessive tensioni, significa vivere Napoli con giudizio e persone che non hanno bisogno di mettersi in mostra;
2. dire sempre la verità..è il nodo su cui tanti sono scivolati. Dire sempre la verità significa anche chiamarsi fuori dalle ambiguità di e tenere sempre la barra a dritta;
3. non sottovalue i e il compendio della verità: si e non apprezzano il vero, lontano dalla bugie che si fano filtrare attraverso i media per interessi di pochi contro quelli della piazza. Bianchi non ha mai tradito Napoli e i !

Ricorda…”Alla mia prima conferenza stampa napoletana un giornalista mi fece: ma come farà a gestire Maradona, Bertoni e Bagni lei che ha sempre allenato in provincia? Risposi: sono abituato alla lotta per la salvezza. Se il Napoli mi ha preso è perché è convinto di non retrocedere con me in panchina. Mi fu chiesto di guidare quel Napoli il più in alto possibile. Penso di esserci riuscito”.

“Spero che la scelta di Sarri sia stata una scelta ta a un certo tipo di progetto che si vuole pore avanti nel tempo. Dall’esterno si ha l’impressione che il presidente abbia ripiegato su Sarri dopo aver contattato altri tecnici. Se così fosse sarebbe gravissimo, lo so bene io. Da giocatori a ca come ? I giocatori sono giocatori e possono essere gestiti da qualsiasi allenatore bravo purché questi possegga le qualità giuste. Non è vero che chi sta in panchina conta poco; incide di più rispetto ai calciatori”.

Le verità di o non sono mai state banali. Ed anche questa volta, la sua ‘presentazione’ di Sarri è pane al pane e vino al vino.
Come sempre. Grazie o!

PS.Una sola cosa, bisogna dire a completamento dell’intervento di o Bianchi: quel Napoli fu disegnato e pilotato da Italo Allodi, non Cristiano Giuntoli, Carpi, ‘promosso’ nuovo direttore ivo del Napoli con contratto quadriennale. E non è la stessa cosa!!!