ULTIM'ORA

Sarri: per diventare come Pep, studi le sue regole!

Soccer: Serie A; Lazio-Napoli

di Mary Bridge - ? Bisognerebbe chiedergli se è comunista. Forse Berlusconi avrebbe scartato anche lui per il suo Milan.
Come ha fatto con Maurizio Sarri, sempre più accostato al tiki-taka di Pep, una sorta di di provincia….

Il del catalano è apprezzato in tutto il mondo anche se prima in Germania al , adesso in Premier col City, del blaugrana non è rimasto gran che.

Forse Sarri dovrebbe ispirarsi meglio a Pep, studiando oltre le sue citazioni, la capacità di adattamento e la flessibilità nell’pretazione dei principi di gioco, cui il ‘napoletano’ è poco incline.
Ancor di più, Sarri dovrebbe prendere esempio dalle ree dettate da ai giocatori, in campo e fuori dal campo.
Eccole:

1. Niente wi-. Pablo Zabaleta, che già nella passata stagione ha perso il posto in squadra a vantaggio di Sagna, nei giorni scorsi ha svelato che l’ allenatore del ha imposto un rigido regime aentare per i suoi calciatori e ha detto che al campo d’allenamento lui e i suoi compagni non hanno a disposizione la connessione net, bloccata per volere del tecnico. E di sicuro quest’ultima rea un po’ di malumore l’ha creata considerato che tanti calciatori sono molto attivi sui social.

2. Dieta. Samir Nasri quando si è presentato in ritiro è arrivato con qualche chilo di troppo. rapidamente gli ha detto che se non dimagriva niva fuori squadra. Nel corso del il francese è passato al Siviglia, forse perché non è riuscito a smaltire i chili in più. Gael Clichy, che il posto in squadra con , adesso non ce l’ha, ha spifferato ad alcuni tabloid che il tecnico catalano ha proibito ai suoi calciatori la pizza, i cibi grassi e i succhi di frutta zuccherati. Insomma al City si mangia sano, adesso, e si pranza o cena tutti assieme. Infatti dopo le partite a tavola i giocatori non niscono con compagne, moglie, gli o familiari ma restano tutti uno al anco dell’altro.

3. Capelli. Tra i calciatori di oggi spopolano acconciature molto particolari, alcune davvero alternative. L’esempio principale è rappresentato da Pogba, ma anche Messi che è diventato biondo si fa notare. a i suoi giocatori ha imposto tagli di capelli sobri, quasi anonimi, molto old style. Nessuna bionda per i calciatori della metà blu di Manchester.

4. Touré, Hart e Bravo. Poi ci sono anche divieti ad personam. Yaya Touré è nito fuori squadra per via delle parole del suo agente Dimitri Seluk, che non ha usato toni nobili per . Il catalano pretende le sue scuse. n quando non ci saranno Touré resta fuori. Inne ci sono i portieri. Chi non è adatto al tiki-taka va via; ciò è valso per Joe Hart, ceduto in prestito al Toro. Al suo posto è arrivato Bravo dal , che ancora non ha dimostrato però tutte le sue qualità.

Pensando al mito Cruyff che ha ispirato e al bel gioco praticato forse viene il sospetto che tutto nasce dalla disciplina!