ULTIM'ORA

Sarri è della Juve, triennale a 6 mln netti + bonus!

download

di Antonella Lamole - Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Juventus. Lo ha ufficializzato il club sul proprio sito: “Dopo aver sollevato il suo primo trofeo continentale, adesso Maurizio Sarri ritorna in , dove ha allenato per tutta la sua carriera, fatta eccezione, appunto, per l’esperienza inglese appena terminata. E da oggi, e per i pmi tre anni (30 giugno 2022), guiderà la Juventus”.
Presentazione, secondo indiscrezioni, il 19 giugno.

Alle 15 in punto la homepage del titolava “Sarri is leaving ”, se ne va dal . Nello stesso momento, la Juventus comunicava ufficialmente: “Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Juventus”.

La Juve dovrà versare al un indennizzo variabile tra i 2 e i 5 milioni di euro.
A Sarri 3 anni a 6 milioni netti a stagione più .

Nel nuovo staff sicuramente Giovanni Martusciello, ex giocatore dell’ ed ex assistente di all’Inter.
Fabio Paratici ha sempre detto che la Juventus nonostante tutto aveva le idee chiare e la conclusione di questa storia dimostra ancora una volta che diceva il vero.

Al di là delle suggestioni social il nome di Sarri era al primissimo posto sull’agenda di Andrea Agnelli dal 21 maggio, giorno in cui Guardiola veniva dato a (era ad Abu Dhabi) pronto a firmare per la Juve.

Paratici ora si dedicherà alla nuova squadra: un grande centrocampista arriverà, tra Pogba, Milinkovic-Savic e Rabiot. Poi un difensore centrale con il sogno De Ligt.

Altre idee importanti, subordinate al , sono i rientri in di Jorginho ed Emerson Palmieri.

Sessant’anni, nato a Napoli e vissuto a lungo in Toscana, Sarri intraprende nel 2001, dopo anni trascorsi nel mondo del calcio di categoria, la carriera di allenatore a tempo pieno.

Inizia così un’avventura che, dal 2005, lo porta nel campionato di Serie B, alla guida di Pescara, Arezzo e Avellino.
La strada verso la Serie A, però, è lunga: Sarri guida, Verona, Perugia, Grosseto, Alessandria e Sorrento, fra B e Lega Pro.

Poi nel 2012 va ad : Sarri sfiora la promozione in A già alla prima stagione (finale playoff vinta dal Livorno) ma la raggiunge un anno dopo, concludendo al secondo posto.

L’ si conferma una splendida realtà calcistica anche in serie A dove si salva in anticipo. Nel 2015 approda al Napoli, e Sarri lascia il segno.

Il Napoli mette 82, 86 e 91 punti, dal 2015 al 2018: tutti record in Serie A del Club, che conquista per 3 anni la qualificazione , due volte evitando i preinari.

Quest’anno l’ottima stagione al e vittoria dell’Europa League, primo trofeo peraltrop internazionale in carriera.

Adesso la Juventus!

IL GRAZIE DEL . In concomitanza con l’annuncio della Juve, anche il ha confermato ufficialmente l’addio di Maurizio Sarri: “I due club hanno raggiunto un accordo per la risoluzione anticipata del contratto di Sarri con il FC.
Durante i colloqui che hanno seguito la finale di Europa League, Maurizio ha chiarito quanto fortemente desiderava tornare nel suo paese nativo, spiegando che le sue ragioni per voler tornare a lavorare in erano significative. Credeva anche che fosse importante essere più vicino alla sua famiglia, e per il benessere dei suoi genitori anziani sentiva di dover vivere più vicino a l a questo punto. Maurizio lascia il con il ringraziamento di tutti noi per il lav svolto da lui e dai suoi assistenti durante la stagione in cui ha vinto l’Europa League, guidandoci verso un’altra finale di coppa e un in er League. Vorremmo anche congratularci con lui per essersi assicurato il ruolo migliore in Serie A e augurargli buona fortuna per il futuro”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply