ULTIM'ORA

Sarri boccia l’Europa League: ora non è per noi!

C_29_articolo_1197548_upiImgPrincipaleOriz

di Nino Campa - “L’ League? La considero una manifestazione folle, almeno come organizzazione: non si può giocare alle 21.05 del giovedì sera e poi ritornare in campo dopo sole 60 ore, visto poi che il Lipsia ha giocato di venerdì e rigiocherà di lunedì. Come stress è al limite della ”. Così il tecnico del Maurizio Sarri alla vigilia della sda di Coppa: “Sicuramente la non ci ha tutelato in questo senso. Ci servirà per crescere”.

“Le partite europee sono sempre belle e importanti – ha continuato il tecnico – e il Lipsia è un avversario di valore che ha un’ottima gamba. Può venire fuori una partita scoppiettante, affrontiamo una squadra brillante che esprime tecnica in velocità. Hanno esterni di grande qualità e i due attaccanti sono di livello. I tedeschi sono forti e belli da vedere, mi ha stupito vedendoli giocare che sono usciti dalla ”.

Va bene l’ ma l’obiettivo resta un altro: “L’obiettivo di tutti è quello di continuare a crescere: prima bisogna essere competitivi in , poi in . Quest’anno ancora facciamo fatica ad avere la mentalità da grande squadra europea: non solo colpa nostra, è un pensiero indotto perché aiamo più fame quando giochiamo in Serie A. Il campionato per noi è importantissimo, ma doiamo trovare la forza di aprirci all’. Ma ho già difcoltà a motivare i miei per le partite europee, se parliamo del campionato li demotivo ancora di più”.

“Milik? E’ in netta crescita, però è giusto che lui mi dica quando è disponibile per fare uno spezzone di partita e ancora non me l’ha detto, quindi rispetto la sua decisione. ? Sta meglio, si è allenato con la squadra regolarmente, ma è lui che decide se vuole esserci o meno e ne parleremo dopo. Non so quanto peseranno le coppe europee in chiave , a noi in un momento come questo potree anche pesare, ma se recuperiamo dei giocatori può essere un’occasione”.