ULTIM'ORA

Il Napoli buca la 3a trasferta: 85′ inutili, flop a Bergamo!

Soccer: Serie A; Atalanta-Napoli

di Paolo Paoletti – Grande ? Sopra piccolo Napoli. Piccolissimo…
Dominio territoriale sterile, mai un vero pericolo, un tiro in porta da gol.
Gasperini batte Sarri 3-0, da Genoa-Napoli pareggio dello scorso anno a Marassi, Gasp ha sempre imbrigliato il gioco di Sarri ben oltre i risultati finali: pareggio a Marassi, sconfitta a pochi minuti dal termine al , vittoria a Bergamo!
Gran primo tempo dell’, che rallenta ma non troppo nella ripresa, riuscendo a contenere un ritorno atteso ma mai verificatosi dell’avversario!
Gol decisivo al 9′ del primo tempo di Petagna, imbeccato da Gomez, migliore in campo.
Ma è il conto delle palle gol che spiega bene cosa è successo…

Nonostante una gara tutta difensiva, la Dea ha avuto 5 volte l’occasione di passare:
1. gol di Petagna;
2. colpo di testa ancora del centravanti solo davanti a Reina;
3. traversa di Dramè a Reina battuto;
4. tiro di Gomes ribattuto da Reina senza sapere come;
5. cavalcata di Grassi a campo aperto, il quale preferisce battere di sinistro, anzichè toccare al compagno libero dopo 50 metri di contropiede.

Per il Napoli: un sinistro al volo di Milik ribattuto da Berisha e un calcio di punizione di Goulam smanacciato dal portiere. Stop!

Solite lacune azzurre, senza rimedi: non parlatemi più di personalità e carattere… non s’inventano, non si comprano al supermarkrt.
Sarri non ha un giocatore uno capace di risolvere con una giocata isolata; non ha cercato punizioni pericolose dal limite perchè non ha uno specialista: Mertens è un caso isolato, Ghoulam s’inventa; ha tirato 4-5 volte senza mai inquadrare lo specchio della porta.

Se nella stessa giornata, Higuain fa doppietta all’Empoli quando la Juve stava soffrendo nonostante il fresco vantaggio, la risposta è chiara quanto le responsabilità di questa sconfitta.

Al di la di Bergamo, per Sarri è la terza brutta trasferta: il 2-2 acciuffato a Pescara, dopo il doppio vantaggio abruzzese; lo 0-0 di Genova con 2 paratissime di Reina nel finale; la sconfitta di Bergamo in cui il Napoli ha avuto 85′ per recuperare senza frutto.
L’ sale a 9 punti, grazie al coraggio di Gasperini che schiera tutti i a disposizione.
Il Napoli chiude il primo ciclo di 7 gare in 22 giorni, in testa al girone , ma a -4 punti dalla Juventus.
Sarri una volta chiama in causa fatturato e monte ingaggi, poi gli arbitri, a Bergamo addirittura il terreno di gioco…
Chiedete ai cosa pensano!!!

VOTI.
Koulibaly 5. Non va. Buca nettamente la palla sul primo gol, è impreciso e disordinato. Nonostante un ssimo Petagna. Prova a lanciare l’arrembaggio, fa sempre danni.
Zielinski 6. L’unico a salvarsi nel grigiore generale dei suoi. Il polacco è l’unico a cercare spazi pericolosi palla al piede che fanno vedere cosa e come andava fatto.
Milik 5. Capirà che la Serie A e diversa dalla Everidise. Anche un trio sconosciuto come Caldara-Toloi-Masiello possono bloccarti e non farti veder palla. Un guizzo ce l’ha, Berisha dice no. Troppo poco per essere almeno sufficiente.

TABELLINO. -NAPOLI 1-0
(3-4-3): Berisha 7; Caldara 7, Toloi 7,5, Masiello 6,5; Conti 5,5, Gagliardini 6,5 (28′ st Pesic 5,5), Freuler 6, Dramé 6,5; Kurtić 6,5, Petagna 7 (22′ st Grassi 5,5), Gomez 8 (37′ st D’Alessandro sv).
A disposizione: Sportiello, Bassi, Zukanović, Raimondi, Migliaccio, Carmona, Cabezas, Paloschi.
Allenatore: Gasperini 7.

NAPOLI (4-3-3): Reina 6; Hysaj 5, Maksimovic 5, Koulibaly 5, Ghoulam 6; Zielinski 6, 5 (27′ st Gabbiadini 5), 5,5; 5 (9′ st Mertens 5), Milik 5, L. 5 (34′ st Giaccherini sv).
A disposizione: Rafael, Sepe, Tonelli, Maggio, Strinic, Diawara, Allan, Rog, Lasicki.
Allenatore: Sarri 5

Arbitro: 6.
Marcatori: 9′ Petagna
Ammoniti: Conti (A), Gagliardini (A), Toloi (A), Koulibaly (N), Milik (N), Mertens (N)