ULTIM'ORA

Sarri ammette la sofferenza. Galliani si complimenta!

C2ugUrJWgAUjPiK

di Nina Madonna - sofferta, sappiamo anche soffrire”. Sarri spiega che non ha funzionato a San Siro: “Non capire che l’avversario era sull’orlo del ko e chiudere la partita è un nostro ite”. ? “Mi ha commosso”.
“Cosa si può fare per alzare il livello della mentalità nella lettura delle partite? Dopo mezz’ora aiamo cominciato a palleggiare sulle zone basse del campo: non capire che l’avversario era sull’orlo del ko e chiudere la partita è un nostro ite, ma siamo anche cresciuti perché in altre situazioni ci saremmo spenti del , mentre oggi non lo aiamo fatto”.

Su cosa manca per fare il salto di qualità denitivo. “Aiamo portato i giocatori dall’80 al 95%, ma la parte dif è porli dal 95 al 100%: se vogliamo divene una grande squadra dovremo fare questo passo, altrimenti rimarremo una buona squadra”.

Sarri ribadisce un concetto espresso in settimana. “Ribadisco che non rmo per il secondo posto, ma questo non signica che ho la presunzione di vincere : se dieci anni fa, quando ero in Serie C, avrei rmato per la B, avrei fatto una cazzata. Io non rmo per niente, perché voglio sudarmi ”.

Sull’incontro con a Castel Volturno. “Vederlo dal vivo è stato emozionante e vederlo a è diverso: mi ha commosso l’incontro con lui”.
“Cosa mi ha detto ? Lui è sempre molto carino con me, mi ha fatto i compenti e i compenti da parte di una persona che ha alzato diverse volte la sono sempre graditi”.