ULTIM'ORA

Sarri al Monacò: 6 mln l’anno. Ok entro il 31 maggio!

Sarri2-620x334

di Paolo Paoletti – Il Monaco è arrivato forte su Maurizio Sarri, con un’offerta di 6 milioni di euro l’anno. Et voilà…!
Nonostante la bellezza incomparabile del fo, Montecarlo resta la perla della Cote d’Azur…
E per chi è nato a Bagnoli e vive a gline Valdarno vorrà pur dire qualcosa.
Sarri ha annotato concentrato sul e una corsa scudetto ancora aperta, nonostante i 4 punti di vantaggio della ntus.
Può accete no al 31 maggio, termine di scadenza della clausola rescissoria da 8 milioni. Ma probabilmente l’argomento verrà affrontato dopo - del 22 aprile.
, sta bene in America, per lui è un lm.
Ma il calcio non è e se ne accorgerà.
Un mese fa ha rilanciato no a 3 milioni, respingendo la richiesta da 4 avanzata da Sarri. Ora raggiunto da una offerta al più del doppio!
A carte scoperte per adesso è chiaro che abbia perso la partita più importante: pensando che possa decidere , determinare , vincere in . Fare e disfare a piacimento!
Sarri si è conquistato il diritto al grande giro delle panchine europee. Deve tanto proprio ad ADL, il quale anche se di ripiego, rischiò sul tecnico dell’Empoli.
Ma da un colpo di fortuna, ADL non è saputo andare oltre.
Così gli apprezzamenti per Sarri hanno fatto il giro d’Europa e breccia un po’ ovunque.
no al magnate russo, Rybolovlev, che ha pensato di anticipare la concorrenza offrendo uno stipendio da 6 milioni di euro a stagione che lancerebbero Sarri in una tà inimmaginabile no a qualche anno fa.
Due o tre anni nella terra del Principe !
Un salto di qualità della vita oltre che professionale che Sarri merita.
Al pari di come, invece, non merita di essere vessata da una gestione arrogante che ha privato e continua a privare città e squadra di calcio, di talenti sia in campo sia in panchina.
Al momento la proposta dal Principato non ha aggiornamenti. Arriveranno probabilmente entro ne aprile, tipico delle trattative che non hanno avuto svolgimento.
Sarri farebbe carte false per vincere lo Scudetto con questo cui dedica il suo presente.
Il futuro è altro e per uno come lui, visionario ma anche pragmatico, è arrivato il momento di vivere alla grande.
Come disse sinceramente qualche tempo fa.
Grazie al ‘furbissimo’ , ma sopra ad una tà che sta stretta a chiunque viva di ideali.