ULTIM'ORA

Sarri accusa la squadra e rifiuta il duello con la Juve!

Soccer: Serie A; Atalanta-Napoli

di Nina Madonna - Molto possesso palla, pochi tiri in porta: che te ne fai del pallone se non fai male all’avversario?
Spaventano le 65 palle perse durante la gara: un che ha consentito all’ di attaccare anche non volendo.
I problemi della difesa sono invece noti: sulle fasce il ha sofferto, lasciando spazi all’avversario dove ha costruito il e almeno altre 4 occasioni.
Sarri deve riorganizzare le idee e spiegare perchè il non sa cambiare mai la propria partita.

Arringa… “Puniti in una gara dove abbiamo commesso più errori del solito. La partita s’è messa male per un episodio sfortunato. Contro squadre siche, su un terreno di gioco poco adatto a noi, abbiamo dei limiti. La nostra crescita deve passare da queste gare per imparare a portare a casa ugualmente il risultato. Il passo più grosso da fare è questo: risolvere partite come quelle di oggi. Purtroppo non è facile recuperare energie nervose dopo la . L’impegno dei ragazzi è stato totale, ma inconsciamente tante energie le abbiamo lasciate mercoledì.

La Juve scappa?
“Sono di un’altra categoria e fanno un campionato a parte. Non abbiamo mai avuto l’idea che il nostro campionato dovesse essere parallelo al loro. Noi siamo giovani, dobbiamo crescere. Questi sono giorni importanti, stiamo capendo quanto sono importanti gare così ravvicinate. Per prenderli dovrebbero fare una serie di mostruose e di non ne fanno, ma vi avviso che è l’ultima volta che rispondo ad una domanda sulla Juventus. Vi dico di più: è l’ultima volta che risponderò ad una domanda sulla Juventus”.

Fuori casa spesso gare così…
“Al il terreno di gioco è di un altro livello ed i tempi di gioco si accorciano, oggi dovevamo toccarlo tre volte per controllarlo. Poi c’è anche l’aspetto emozionale in casa, fuori è chiaro che è più difcile”.

I nuovi e le 2 punte insieme. “Alcuni non sono ancora pronti, se ha avuto bisogno di sei mesi, diamo almeno un mese a Rog, poi Milik, Giaccherini, Maksimovic, Zielinski stanno giocando. Tornando indietro non so neanche se la pena cambiare modulo, ho messo la seconda punta per riempire l’area, c’erano tanti palloni in mezzo poi l’abbiamo riempita ma non sono arrivati più palloni al centro. Non dobbiamo uscire dal nostro spartito”.

Insigne?
“Ha fatto fatica, come tutti i giocatori offensivi, avendo tempi di gioco diversi. Li abbiamo innescati sempre con ritardo”.

Perchè l’ ha vinto?
“Hanno fatto una uomo contro uomo, a grande intensità, scavalcando il centrocampo, trovando le punte. Hanno fatto una gara sporca che a noi è indigesta”.

Poca lucidità… “Abbiamo pagato qualcosa per la , a livello di episodi non siamo stati fortunatissimi col preso in quel modo. Abbiamo sempre sofferto l’uomo contro uomo a tutto campo, ma dobbiamo tirare fuori i punti anche da queste situazioni”.