ULTIM'ORA

Salvi! Localizzati altri superstiti…

64b2b78f1c938193e0df8b22943ce967

di Serena Paoletti - Ci sono ancora superstiti sotto le macerie dell’hotel Rigopiano spazzato via da una slavina. Tre bambini sono stati estratti vivi dai vigili del Fuoco nel do pomeriggio dopo oltre 40 ore. Prima di l erano stati salvati la moglie e uno dei gli del superstiste, Giampiero Parete, che aveva dato l’allarme inascoltato.
Altre cinque o sei persone potreero essere estratte vive nelle pme ore. Continua senza sosta il lav dei soccorritori.

LA GIORNATA DI SOCCORSI.
19:06 – stazione dei parenti dei dispersi che urlano, una 50 ore senza sapere.

18:22 – I vigili del fuoco hanno appena estratto dalle macerie dell’hotel Rigopiano tre bambini. Si tratteree – si apprende da fonti degli stessi vigili del fuoco – di quel gruppo di persone che era stato individuato per ultimo.

16:51 – glio Parete sta bene, ‘scherza e ride’

16: 35 Dopo aver individuato e raggiunto una settima persona sotto le macerie dell’Hotel Rigopiano i soccorritori sono entrati in contatto e stanno parlando con altre tre persone: si tratta di una donna di due bambini.

16:12 Parete riaraccia moglie e glio

16:02 I soccorritori stanno estraendo dalle macerie dell’hotel Rigopiano la terza persona del primo gruppo di sei superstiti individuato questa mattina. Lo rendono noto fonti dei vigili del fuoco aggiungendo che è stato anche individuato e raggiunto un settimo superstite.

15:54 Zia, trovato vivo mio nipote, è miracolo

15:19 – In ospedale Pescara moglie e glio Parete

15:15 – Osimo, salvi tre dispersi marchigiani

15:13 – Vigili del fuoco, individuati altri in vita

14:25 – E’ la moglie di Giampiero Parete, il superstite della slavina all’hotel Rigopiano, la donna salvata con un glio dai soccorritori. E’ quanto riferisce Leonardo Gagliardi della Guardia di nanza. “Andate da mia glia è nella stanza accanto”, ha detto la donna ai soccorritori, che ora stanno infatti cercando la bambina.

Ore 14:09 – Soccorritore, neve li ha protetti

Ore 13:58 – Procura, risposte pure senza

Ore 13:55 – Soccorritore, c’è speranza di altri vivi

Ore 13:53 – ‘Sopravvissuti ci hanno aracciato’, raccontano i soccorritori. ‘Momento ritrovamento è stato bellissimo’

Ore 13:47 Sono stati estratti tutti i sei superstiti trovati stamani sotto le macerie dell’hotel Rigopiano. Sono tutti in buone condizioni, ha riferito Marco Bini della Guardia di nanza.

Ore 13:36 Il dialogo con l’elicottero dei Vigili del Fuoco: ‘Sono vivi’

Ore 13:34 Mamma e glio avevano acceso un fuoco e probabilmente avevano qualcosa da mangiare

Ore 13:28 Soccorritore racconta: mamma e glio felicissimi, senza parole

Ore 13:10 Arrivate ambulanze a Pescara con i primi sopravvissuti

Ore 13:09 Madre e glio sono state circa 43 ore sotto macerie e slavina

Ore 12:51 Estratte vive una donna e un bambino

Ore 12:14 Le sei persone vive si trovereero sotto un solaio e i Vigili del Fuoco “ci stanno parlando”

Ore 11:54 Elicotteri in arrivo con i medici

Ore 11:49 Sei persone sono state individuate vive dai vigili del fuoco. Sono ancora tra le macerie dell’Hotel.

Ore 11:39 Rigopiano, trovate vive 6 persone

Sono stati circa 43 ore sotto l’enorme massa di neve della valanga, i detriti e le macerie dell’albergo, la donna e il bambino estratti poco dopo le 12.30. Si tratta dei primi sopravvissuti salvati dai soccorritori: sono la moglie di Giampiero Parete, il superstite della slavina all’hotel Rigopiano, e il glio. “Andate da mia glia è nella stanza accanto”, ha detto la donna ai soccorritori.

Il primo allarme della valanga era stato lanciato proprio da Parete alle 17.40 di mercoledì 18 gennaio. E oggi Parete ha già riaracciato la moglie e il glio, che si trovano attualmente in osservazione nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Pescara. Il 38enne, che era riuscito a evie la slavina e ha lanciato l’allarme, ora è con i suoi familiari ma manca ancora l’altra glia, che era con l in albergo.

Salva anche la famiglia marchigiana. Sono Domenico Di Michelangelo, 41 anni, di Chieti, poliziotto in servizio a Osimo (Ancona), la moglie Marina Serraiocco, 37 anni, di Popoli, e del l bambino di 7 anni. Lo conferma il di Osimo Simone Pugnaloni, che cita fonti “dei familiari e delle forze di polizia”.

I carabinieri della forestale hanno acquisito le carte sui piani di emergenza e soccorso dell’area Vestina, da Penne verso la montagna, predisposte e attuate dalla Provincia. Due le persone tratte in salvo ieri.

“Sono vivi, stiamo lavorando con i colleghi della Toscana e del Piemonte per tirarli fuori, ma sono vivi”. E’ la prima comunicazione con cui viene annunciato che sotto le macerie ci sono sopravvissuti, tra un vigile del fuoco che sta operando tra le macerie dell’Hotel Rigopiano e l’elicotterista. “Ritrovati sei vivi”, ripete l’elicotterista, “grazie caporeparto, sto risalendo’. Subito dopo la richiesta da terra: “Servono coperte ed elicotteri per porli via perché comunque non sono in perfette condizioni’. I soccorritori hanno lavorato per tutta la scorsa notte, in condizioni estreme, alla ricerca della trentina di dispersi.

Indaga la Provincia. I carabinieri forestali di Pescara sono in Provincia per acquisire tutti i documenti che possono essare le indagini. Si tratta di tutte le carte relative ai piani di emergenza e soccorso dell’area Vestina, da Penne verso la montagna, predisposte e attuate dalla Provincia. Richieste, movimenti, organizzazione di spalaneve, turbine, richieste di soccorso e quanto riguarda la viabilità di quella zona.

I soccorritori: i cani utano odori, noi scaviamo. “Da ieri sera stiamo lavorando in condizioni difcili nella ricerca di superstiti. I cani spesso utano odori ma doiamo scavare per oltre 4, 5 metri prima di arrivare al terreno”. E’ il racconto di Matteo parini, responsabile del Soccorso alpino della Valdossola.