ULTIM'ORA

Saeta Rubia, 88 anni e infarto: calcio in ansia per Di Stefano.

OPENING OF THE THIRD PHASE OF REAL MADRID'S CITY

di Carmen Castilla - Dalla festa all’ansia. La Spagna, e tutto il mondo del pallone, sono col ato sospeso per le condizioni di salute di Alfredo Di Stefano. La leggendaria ‘Saeta Rubia’, che giusto ieri ha compiuto 88 anni, è stato ricoverato in condizioni critiche nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Gregorio Maranon di Madrid per un infarto che lo ha colpito mentre si trovava in strada. Di Stefano, che appena 24 ore fa è stato festeggiato dal di cui è presidente onorario (“è stato fondamentale per trasformare il Real nel miglior del mondo” il messaggio comparso sul sito ufciale), si è sentito male mentre si trovava in un ristorante in Calle Juan Ramon Jimenez, non distante dallo Santiago Bernabeu, dove si trovava a pranzo con la propria famiglia.

Secondo le fonti ospedaliere citate dal quotidiano ‘El Pais’, l’unità di soccorso ha praticato la rianimazione cardiopolmonare, e dopo circa 18 minuti il cuore è ripartito. Successivamente è stato intubato e traato in ospedale dove è stato ammesso all’unità di cura coronarica già in .
L’ex stella delle merengue soffre di problemi cardiaci dal 2005 (anno in cui gli è stato applicato un pacemaker), e anche lo scorso anno aveva avuto un infarto. Di Stefano, nato il 4 luglio del 1926 a Buenos Aires, ha costruito la sua leggenda in Spagna con la maglia dei ‘Blancos’.
L’argentino ha infatti debuttato il 23 settembre 1953 in una amichevole contro il Nancy, e nelle successive 11 stagioni ha giocato 396 partite segnando 308 ufciali. Il suo palmares come madridista è ricchissimo e conta, tra i vari titoli, cinque Coppe dei , una continentale, otto campionati. Nel 1989 France Football lo ha ato per la sua brillante carriera col ‘Super Pallone d’Oro’, un riconoscimento unico nel mondo del calcio, mentre il Real ha deciso di intitolargli lo in cui gioca la seconda squadra: la Castilla, afdata quest’anno a Zidane)