ULTIM'ORA

Roma e Milano roventi: chi è degno della maglia?

garciainzaghi

di Nina Madonna e Romana Collina - Roma e , spogliatoi esplosivi. Tutti contro tutti: i giallo hanno paura di perdere anche il secondo posto e i sono inviperiti. Il è uno sfacelo, le reazioni isteriche alla sconfitta di Udine è il punto più basso mai toccato dall’era Berlusconi.

QUI . Spuntano nuovi dettagli sulla furibonda lite avvenuta sul pullman del dopo la sconfitta esterna contro l’Udinese. Nell’occasione Filippo Inzaghi, dopo aver fatto scendere Galliani dal bus, aveva duramente rimproverato la squadra, accusando i giocatori di scarso impegno: “Vergognatevi, non siete degni della maglia”. Il violento del tecnico e la comunicazione del ritiro punitivo hanno però mandato su tutte le furie diversi membri dello spogliatoio, che non hanno accettato la decisione e anzi, hanno risposto per le rime a Superpippo.
Tante ipotesi su chi fossero i ‘rivoltosi’ del gruppo, una certezza: tra questi c’è Nigel de Jong. Sia La Reblica che Il Corriere dello infatti questa mattina riportano il nome dell’olandese, che avrebbe rinfacciato senza mezzi termini a Inzaghi: “Sei tu che non hai dignità, non sei degno di allenare il ”. Il centrocampista, supportato da alcuni compagni, avrebbe anche provato a convincere il tecnico dell’inutilità del ritiro a questo punto della stagione, con i rossoneri tagliati fuori da qualunque obiettivo.

QUI ROMA. Seydou Doumbia è un buco nell’acqua per Sabatini e il club. Quasi 15 milioni per strapparlo al , al vento: 7 presenze solo 248 minuti, neanche un tiro in porta. Garcia è avvilito anche se ha altro da pensare: l’esclusione clamorosa di Totti e Pianjc dietro due punte.
Doumbia peraltro ha fatto andare su tutte le furie il popolo giallorosso. A , prima di entrare nel finale con l’, è stato filmato con uno smartphone da un tifoso mentre passeggiava a bordo campo invece di riscaldarsi seriamente come i suoi compagni…
La Roma non prenderà alcun provvedimento: per il club Doumbia stava seguendo il forcing dei compagni che tentavano il dell’1-0, poi effettivamente trovato con Naingolann.