ULTIM'ORA

Roma ancora fischi, a Spalletti va male. Con Pavoletti…

C_29_articolo_1087154_upiImgPrincipaleOriz

di na Collina - Deludente pareggio della in casa contro il Verona: nel primo tempo Naingan illude la , nel secondo tempo arriva il pareggio del Verona con Pazzini su di rigore. La rimane quinta a 35 punti, c’è molto da lavorare per Spalletti.

Un mezzo sorriso, la solita cortesia, amareggiato il tecnico dopo l’1-1. “Non abbiamo fatto benissimo, anche se ci abbiamo provato e abbiamo creato delle opportunità che non abbiamo sfruttato: è un risultato difcile da accettare, ma ci sono cose da salvare, come il grande impegno e il dispiacere della squadra al rientro negli spogliatoi. Lavoriamoci”.

Il è un problema, di che cosa soffre Dzeko? “Problema Dzeko? Quando, in grandi club, si passano dei momenti di difcoltà, questi vengono amplicati: abbiamo la possibilità di aiutarlo”.

La difesa, più volte in affanno nelle ripartenze del Verona. “Abbiamo subito 3 o 4 ripartenze e queste erano le situazioni che volevo non si vericassero: dobbiamo saper usare atteggiamenti diversi”.

Preoccupa più l’aspetto sico o quello tecnico? “Se fossimo riusciti a far valere la differenza tecnica, avremmo azzerato anche un eventuale divario sico”.

Inne Castan….male e protagonista del rigore che ha deciso il pareggio. “Pensavo che questa partita avrebbe potuto rilanciarlo, la ducia ritorna solo giocando. Dobbiamo fare meglio anche in mezzo al campo, migliorare nel fraseggio”.

LE ALTRE. Il Genoa ritrova le ali nella gara con il Palermo: Suso e Perotti protagonisti nella per quattro reti a zero.
Lo spagnolo trova il primo in Italia, quinto nelle ultime 3 per Pavoletti che fa nove in stagione.
Il Genoa supera cosi il Palermo a quota 22.
fondamentale in chiave per il Carpi di Castori. In rete Lollo e Mbakogu, di Correa il della .
L’ prosegue il suo momento positivo, un di Tonelli regala un punto in casa del .
Al Dall’Ara il Bologna si porta avanti per due reti a zero nel primo tempo con le rme d’autore di Giaccherini e . La Lazio rimonta con un rigore trasformato da e Lulic.