ULTIM'ORA

Roma 2024, Renzi-Malago: rubato sogni ai bambini. Raggi: straparlate!

Anci: Raggi, mettiamo alla prova associazione

di Romana Collina - All’indomani del ‘no’ a Roma 2024 e la chiousura del Comitato Olimpico annunciata da Malagò, il , presentando un piano da 100 milioni per impianti sportivi nelle periferie d’, parla di una scelta che ha “tolto un sogno ai bambini della capitale e fa festeggiare le periferie di Parigi e Los Angeles”.

Replica duramente Virginia Raggi, Sindaca di Roma: “Ai bambini aiamo tolto il peso di ulteriori che una classe irresponsabile intendeva addossargli per le Olimpiadi del mattone. Lo dico a e Malagò che in coppia da giorni continuano a straparlare dei Giochi per distogliere l’attenzione dai problemi concreti dei cittadini”.

La disputa sulla mancata candidatura della capitale, impone a e di voltare pagina…
“Dopo ogni sconfitta si ricomincia – dice Malagò – per un’ che intende puntare a fondo sullo sport, per favorire la crescita individuale e collettiva”.

Il presidente del Consiglio e il n.1 del si sono ritrovati a Palazzo Chigi annunciando lo stanziamento di 100 milioni di euro in un triennio per impianti sportivi in tutto il Paese con il piano “Sport e periferie”.
Roma sarà poco coinvolta, solo al Corviale, dal piano, che prevede venti su 183 strutture medio-piccole in 18 regioni, dallo Zen a Scampia, da Lipari a Mirano, ma anche Amatrice e Accumoli, colpite dal terremoto del 24 scorso.

Inoltre, Malagò ha ricordato che “la rinuncia a Roma 2024 prevede che le somme programmate per gli impianti polifunzionali previsti nelle periferie siano ri-destinate nel resto d’”.

“Lo sport è un gran valore per questo Paese. Il farà di tutto per sostenerlo con risorse adeguate” sottolinea . “Dove c’è una palestra, un campetto, il Paese è più forte e chi tiene in piedi questa baracca sono i volontari che si alzano la mattina per preparare i campi. I 100 milioni sono il minimo di riconoscenza verso quel mondo”. “Ieri hanno invece fatto festa le periferie di Parigi e Los Angeles, aiamo tarpato i sogni di bambini che avreero potuto competere a casa loro”, ha detto il accusando di “miopia” chi ha negato la possibilità di una candidatura che “era in vantaggio”, ma “oggi è comunque un giorno bello”. ha usato il sarcasmo, rispondendo a una domanda sulla richiesta del di Roma dei fondi previsti nel progetto olimpico: “Mi sembra una richiesta essante. La girerò a Bach, quando arriverà la mail farò ‘inoltra’…”.