ULTIM'ORA

Roma, 120mln di capitale. Stadio 2020!

pallotta.baldissoni.roma.2015.2016.750x450

di na Collina – L’assemblea ha approvato la misura straordinaria dell’aumento di capitale da 120 milioni di euro, anticipata nelle scorse settimane.
“Dovrà verificarsi entro e non oltre il 31 dicembre 2018 – ha spiegato l’AD Umberto Gandini – e le modalità di pagamento potranno essere emesse in più parti per raggiungere il totale di 120 milioni di euro. L’ammone complessivo del massimo azionista sarà di 90 milioni di euro”.

Ad animare l’assemblea, le domande dei piccoli azionisti, tra le critiche a … “Per l’ennesima volta il presidente non si è degnato di presensi all’assemblea” e richieste di chiarimenti sul fronte sponsor.
Gandini ha spiegato: “Non posso dare dati in questa sede ma posso confermarvi che da parte della società c’è la massima attenzione su questo settore e che stiamo lavorando con la massima sintonia. Aiamo ricerche di mercato, tavoli aperti e lavoriamo a pieno su questo tema”.

O. Mauro Baldissoni, direttore generale del , in risposta alle domande dei piccoli azionisti si è sbilanciato sul fronte o, fornendo la data del possibile esordio nel nuovo impianto di Tor di Valle: “Riteniamo che gli studi del proponente sono più che esaurienti per avere un’approvazione a brevissimo, che ci consentiree di avere la prima partita nel nuovo o nell’ del 2020. Questo è quanto ci dicono i consulenti che lavorano al progetto, pensiamo possa essere una data credibile”.

Uno degli azionisti ha anche azzardato una scommessa con Baldissoni: “Non sarà pronto nel 2020: io metto mille euro, lei anche solo uno”.
Piccata la replica del d.g.: “Non scommetto, preferisco lavorare. Si parla senza conoscere gli studi presentati su traffico e mobilità, che potreero far sì che a breve ci sia l’ok”.

MONCHI. Tra le “domande-accuse”, anche quella relativa all’ingaggio del direttore ivo Monchi: “L’ingaggio è più alto per il primo anno a causa di un bonus di ingresso che faceva parte della negoziazione, avendo varie offerte da diverse società. Non aiamo dovuto pagare alcuna clausola rescissoria. Per quanto riguarda il Fair play finanziario, non c’è alcuna multa da 4 milioni ma un dialogo di verifica che verrà aperto nei pmi mesi, per un unico parametro che in questo momento non è stato rispettato e confidiamo che non ci siano sanzioni”. Infine, inevitabilmente, è arrivata la domanda su Francesco : “Perché non è qui? E’ un dirigente e gli avremmo riservato una standing ovation”. Scontata la risposta di Gandini: “Non è un amministratore”. Ma il capitano è sempre il capitano.