ULTIM'ORA

Rejna-Gabriel, il Napoli italiano. Rafael chi lo scelse?

433362_heroa

di Paolo Paoletti - Può sembrare ovvio che per ristrutturare la difesa, il sia partito da 2 portieri. Rejna conosciuto e accreditato; Gabriel Vasconcelos Ferreira, vice-Reina ed del Carpi ma di proprietà del Milan.
Nel ‘italiano’, il ruolo chiave di ultimo difensore è afdato a 2 stranieri…uno spagnolo e un brasiliano.
Nonostante Sepe rientrato da ma fuggito a renze e la possibilità di arrivare a iello in esilio a Bergamo.
Di Gabriel si dice bene, protaginista della storicxa promozione in A del Carpi.
Ma la vera domanda è: perchè il prende in Brasile uno sconcertante Rafael e nello stesso Brasile e il Milan pesca Gabriel?
Attendiamo risposte!

Luigi Sepe ha scelto il prestito , mentre Rafael ed Andujar è tutto da denire.
Il ha trovato l’accordo col Milan dopo incontri su incontri con i manager del portiere e il ds Giuntoli. Prestito annuale per 800mila euro.

CHI E’…Il portiere di Unai, classe 1992, si è formato in uno dei club più in vista negli ultimi anni nel panorama brasiliano, il Cruzeiro. Nel 2007 Gabriel è entrato a far parte della formazione le e vi è rimasto no al 2010. Le successive due stagioni le vive con la prima squadra da portiere in terza, tuttavia il Milan lo ingaggia nel 2012 per circa 700mila euro e lo porta denitivamente in Italia. Nella prima stagione, 2012-2013, viene esclusivamente impiegato con la Primavera ma nell’anno successivo arriva l’esordio ufciale. Nel 2014 il Milan decide di cederlo in prestito al Carpi per dargli la possibilità di migliorare e crescere con maggiore continuità nonché adattarsi ai ritmi e gli schemi della tà nostrana. Gabriel non delude le aspettative e conduce una stagione discreta. Dal 2011 veste anche i panni della Nazionale verde, con la cui Under-20 ha vinto un sudamericano ed un Mondiale di categoria. In seguito grazie a Mano Menezes ha avuto la possibilità di entrare a far parte anche della Selezione maggiore in occasione di un match contro la Svezia. La gavetta al Capri è sicuramente servita al giovane portiere per raggiungere un grado di maturità superiore ed accumulare esperienza. Alto 193 cm, Gabriel sicamente ha una presenza importante, che accompagna una buona reattività tra i pali. La sua tecnica di base è molto buona, sicuramente più rafnata da quando ha avuto modo di frequentare gli ambienti del e smussare i vari difetti.

GIOCHERA’? L’acquisto, sebbene a titolo di prestito secco, del brasiliano suggerisce la cessione di almeno uno fra Rafael ed Andujar. Al momento in rosa, infatti, i portieri sarebbero quattro ed i posti a disposizione solamente tre. Pepe Reina sarà il titolare indiscusso della porta azzurra e Gabriel il suo secondo. Il Carpi avrebbe voluto ancora trattenerlo così come il Milan per garantirgli un minutaggio superiore a quello che ai nastri di partenza può offrirgli il , tuttavia è stato il giocatore ad optare per la destinazione. Evidentemente la presenza di Reina gli garantisce un compagno dal quale poter imparare e da cui rubare i segreti necessari per affermarsi come giocatore di livello assoluto e sicurezza in più per il reparto arretrato. In bocca al lupo, al nuovo arrivato, che caso vuole è ancora un verde!