ULTIM'ORA

Reina-PSG, colpa di De Laurentis. Sarri a maggio abbozzò!

url

di Paolo Paoletti - Il Napoli non vuole cedere Reina? Falso, De Laurentis vuole più !
Perchè si è arrivati a 5 giorni dalla chiusura del con questo nodo irrisolto?
De Laurentis non sa fare , pensa che tutti siano ai suoi ordini, che nessuno abbia alternative al Napoli…

Reina vuole andarsene, ha detto si al ! Quillon ha trovato 5-7 milioni a seconda che si inserisca contropartita tecnica oppure no.
De Laurentis ne vuole 10 e se ne frega che Sarri voglia tenere ‘tenere’ Pepe.
Altra storia tutta da scrivere: perchè mai spogliatoio e tecnico dovrebbe essere contrariato dalla scelta del portiere?
Come sempre la stampa locale prova a nascondere la verità!

La posizione di Reina andava affrontata prima e risolta con il prolungamento per 2 anni a 3mln di euro netti.
E Sarri avrebbe fatto bene ad infuriarsi per l’assurda ‘uscita’ di De Laurentis alla cena di fine stagione. Silenzio allora? Stia zitto adesso e rispetti le scelte professionali di chi è stato attaccato dalla società apertamente.

I francesi ne offrono 3,5. De Laurentis adesso può solo provare a pareggiare l’offerta. Andava fatto a maggio, invece di offendere lo spagnolo blicamente durante la cena dei saluti vacanze. E se l’amicizia con i fratelli Esposito, arrestati, era ritenuta giustamente inaccettabile, il giocatore andava ceduto subito con l’acquisto di un nuovo portiere. Prendendosene la responsabilità verso Sarri!

Che De Laurentis non sappia fare calcio è noto, il Napoli è una squadra di pallone non una azienda che produce calcio. La differenza è enorme quanto esplicita: niente o, niente centro ivo, niente settore le, niente management di livello. La Napoli Soccer poi tornata ad essere S.S.C.Napoli è una spa a carattere familiare e questo ossimoro spiega .

Il caso Reina mina la stagione che tutti pronosticano da scudetto, in primis De Laurentis che si riempie la bocca di fesserie.
E’ vero il Napoli tecnicamente e tatticamente può ambire al titolo, ma per vincerlo servono altre condizioni di politica iva, programmazione, attrattività, spessore nazionale e internazionale.

De Laurentis è lontano da questo, quanto vicino all’unica cosa che gli interessa: il business!

Leggittimo quanto inopportuno, in una azienda privata di enorme interesse blico. Una pistola puntata contro politica (peraltro di basso livello), istituzioni (compremesse e conniventi al business), movimento che da tempo non rispetta più gli obiettivi di base, essendosi prostituito all’interesse delle Leghe e dei sini .

Quest’altro nodo spiega perchè nessuno – media in testa – impedisca al cinepresidente di fare e disfare come gli aggrada. Sky e Mediaset tra tutti.

Comprare Rulli a 5 giorni dalla chiusura, con il City – avversario di Champions – che ha margini di influenza sul giocatore è azione disparata, cui Sarri non crede. E Karnezis sarebbe solo una scelta di ripiego.
Anche perchè varrebbe la stessa linea di condotta adottata per gli altri: lunga trafila per capire il calcio del tecnico. Il Napoli andrebebbe avanti chissà per quanto con Sepe – che ha rinnovato proprio adesso fino al 2022 – e Rel. Due portieri, titolari altrove, già bocciati dalla presenza di Reina.

Pepe dovesse essere costretto a restare, si libererà a parametro zero dal 1 gennaio 2018 termine in cui potrà liberamente accasarsi. Proprio nel momento decisiva della stagione.
Quillon ha già confermato che Reina non rinnoverà col Napoli.

Perchè devono essere i tifosi a pagare per questo?
Peraltro ‘istigati’ da una leziosa informazione?