ULTIM'ORA

Real, anche la Supercoppa… Piquet: “noi inferiori” e Suarez out 1 mese!

REAL MADRID VS. BARCELONA

di Carmen Castiglia – Piove sul bagnato in casa Barcellona. Dopo l’addio dolso di Neymar e la bruciante sconfitta in Supercoppa, condita dal doppio ko in due partite contro gli acerrimi nemici del , adesso ci si mette anche l’infermeria, con Luis Suarez che dovrà restare fermo per 4-5 settimane. Colpa di un infortunio al ginocchio destro (contusione con rottura parziale della capsula posteriore, recita il bollettino medico riportato dai media spagnoli) rimediato ieri sera nel corso del ritorno di Supercoppa spagnola contro il Real. Oltre alle partite di Liga e all’esordio Champions, l’attaccante uruguaiano salterà anche le partite di qualificazioni con Argentina (31 ) e Paraguay (5 settembre).

Resa Piquè: “In nove anni che sono qui, è la prima volta che mi sento inferiore al . E ‘vero che hanno vinto la Champions League, ma è altrettanto vero che non molto tempo siamo venuti qui e aiamo vinto”: in queste parole c’è tutta la frustrazione di Gerard Piquè che non cerca alibi dopoi il secondo, pesante ko contro i blancos in Supercoppa di Spagna. “Non stiamo attraversiamo il nostro miglior momento, né come squadra né come club – ha aggiunto uno dei leader dello spogliatoio blaugrana, secondo quanto riportato da ‘Marca’ – Ma doiamo restare uniti”. Il Barca ha cercato di sorprendere i campioni d’Europa cambiando assetto tattico (2 punte), ma – osserva Piquè – l ci hanno pressato molto alto e ci hanno superato fin all’inizio” Comunque, ha aggiunto, “non si può vincere sempre, ma si possono fare dei cambiamenti. Quando perdi, scendi di un gradino, ma poi bisogna capire dove si è sbagliato e rimediare”. E il tempo per farlo c’è, a cominciare da un che potree presto regalare un paio di g colpi, Dembelè e Coutinho: “Se arriveranno porteranno certamente un miglioramento tecnico”.

Il ha vinto la Supercoppa di Spagna battendo il Barcellona per 2-0 nel ritorno al Santiago Bernabeu dopo il 3-1 dell’andata. Assenti per la di cinque turni, e Gareth Bale che ha visto la partita dalla panchina. Le reti, entrambe nel primo tempo, sono state segnate da Marco Asensio e Karim Benzema. I campioni d’Europa hanno anche colpito un palo con Lucas Vazquez. Per gli uomini di Zidane è il secondo trofeo in pochi giorni dopo la nella Supercoppa europea la settimana scorsa contro il Manchester United. I blaugrana hanno confermato la difficoltà ad andare in , riuscendo a colpire solo due legni nella ripresa con Messi e Suarez.