ULTIM'ORA

“Ventura sbaglia, ADL non capisce, Sarri ultimo anno!”

insigne-raiola-de-laurentiis

di Nino Campa - “Se Insigne indossa la numero 10 della Nazionale è perché se lo merita. Come tutta l’Italia ha qualità, ma se il ct li fa giocare a pallavolo è un discorso diverso”. Mino Raiola, nuovo manager degli Insigne, attacca Ventura dopo il ko in Spagna: “Se non vuole cambiare nulla può anche stare a casa, a Madrid è stato ridicolo tatticamente”.

Poi va su : “Offerta del ? Come al solito non ha capito nulla”.

Al centro del suo intervento c’è Lorenzo Insigne, da poco entrato nella scuderia dell’agente, e criticato aspramente dopo la delusione in Spagna. “Il problema è che gli italiani mascherano le cose. Non è il numero 10 il nocciolo della questione, ma il sto in cui ti viene chiesto di esprimerti. Insigne ha mostrato le sue qualità e merita di essere dove si trova, con farebbero faville anche nella Spagna. In Italia dobbiamo cambiare la mentalità degli allenatori perché non credo che la nostra Nazionale abbia meno talenti degli spagnolo, ma se li facciamo giocare a pallavolo…”.

Raiola ha il coraggio di criticare il 4-2-4 di Ventura, cosa che nessuno ha detto a chiare lettere.
“Insigne e non sono inferiori a Isco e Asensio, anzi. Ma è stato sbagliato tutto dal punto di vista tattico. D’altronde stiamo parlando di un Cittì che dice di voler andare avanti per questa strada nonostante sia completamente sbagliata. Dobbiamo giocare un più moderno, ma se non vuoi cambiare puoi anche stare a casa. quasi si addormentava durante la partita, ma la Spagna gioca a meglio di noi. Il compito dell’allenatore è anche di capire quando una strada va cambiata”.

Attacco diretto anche a De Laurentiis che nei giorni scorsi ha parlato di un contatto col per Insigne a causa proprio di Raiola…
“Non è vero, non me l’hanno chiesto. AdL come al solito ha capito una cosa per un’altra. Un giorno gli farò un cartone animato per spiegargli bene come stanno le cose. Io e lui abbiamo modi diversi di fare le cose, ma non siamo nemici. Fra 4 anni a Insigne scade il contratto, dice di dover passare sul suo cadavere, ma a quel punto che farebbe? Non tutti sono come che hanno scelto di restare a a vita, bisogna rispettare il volere di tutti”.

Una situazione che potrebbe ricordare quella di Donnarumma al : “Abbiamo soddisfatto il suo desiderio di restare in rossonero e sto ancora aspettando le scuse di una parte della tifoseria. Siamo l’unico paese in cui i tifosi pensano di poter gestire una società calcistica, ma dovremmo uscire da questa cultura della paura nei confronti loro”.

Quindi un elogio ed un augurio per Sarri: “Gioca un moderno, prende applausi da tutta . A è difcile vincere, lo è come a Roma per questioni di dettagli e d’ambiente perché a volte ci si esalta troppo. Credo che questo sia l’anno di Sarri, molti club europei lo hanno chiesto e auguro a lui che sia l’ultimo anno con ”.