ULTIM'ORA

Rafa detta il futuro: resta se DeLa tira fuori i soldi! Addio.

640x360_C_2_video_530084_videoThumbnail

di Paolo Paoletti - La guerra appena cominciata, non è finita. Benitez non ha niente da svelare sul futuro e restituisce le sassate di nel giorno del 55° e la straripante vittoria del a Wolfsburg…
“Non ho ancora deciso. Se hanno ancora voglia di parlare devo capire qual è l’obiettivo, se veramente andiamo avanti sono molto aperto. Qui abbiamo uno staff di qualità con Pecchia e Bigon: si può crescere ma devo capire qual è l’obiettivo, quali saranno gli investimenti e il budget per settore giovanile, centro ivo, stadio… Il presidente ha fatto un grande lavoro il primo anno, meno quest’anno, ora serve ambizione”.

Se ha ancora voglia di parlare, Benitez ha dettato le condizioni: niente di nuovo, cioè spendere e finanziare un grande Napoli, con i famosi Top Player promessi e mai arrivati. E poi il salto di qualità in strutture e società. chiaro, trasperante, tardivo…
A gennaio altrettanto chiaramente disse che sognare lo scudetto era stato un errore, che Benitez deve capire che questo Napoli non si può permettere calciatori da 5 milioni netti l’anno, che non ci sono i soldi per strutture e settore giovanile.
Tre giorni fa, ha ribadito che il prossimo sarà un mercato low-cost.
Ergo…Benitez lascerà il Napoli!

Perdere 2 allenatori in 3 anni, ha una sola spiegazione: non è all’altezza delle ambizioni di chi vuol vincere.
Voleva provarci Mazzarri, è venuto per questo Benitez.
Quindi, ci si dovrà ‘accontentare’ di Mihajlovic perchè il sogno Klopp, reiterato, diventa una bufala stica e una truffa per i tifosi.

Ovviamente Benitez pompa la vittoria super in League, trofeo che dopo il risultato in comincia ad essere possibile.
“È stata una partita spettacolare, questi ragazzi sono bravi professionisti, hanno tanta qualità e mi spiace sentire che hanno scarsa disciplina. Non è vero”. I ragazzi sono professionisti che hanno qualità. Avevamo fatto una grande partita anche contro Roma e Lazio, partite perse. Contro la abbiamo giocato peggio e fatto tre gol. Oggi la squadra ha dimostrato qualità, voglia e unione”.

Altra stoccata a che aveva imposto il ritiro con la necessità di vita disciplinata e allenamento mentale.
“I tifosi sanno che sono contento a Napoli – aggiunge R – sono cose che dobbiamo analizzare tranquillamente. Sono molto soddisfatto dello staff, Pecchia mi fa capire il calcio no e Bigon assicura un mercato di livello. C’è possibilità di crescere ma devo capire se è questo l’obiettivo. Quest’anno il progetto è andato avanti in modo diverso (peggiore) rispetto allo scorso anno. Alla squadra manca ancora esperienza e cattiveria ma hanno fatto una ottima prestazione contro un avversario fortissimo”.

La telenovela continua, e la fine è ancora lontana.
Mihailovic ha già firmato? Chissà…
Klopp ha rianimato il mercato delle panchine, di alto livello. As scrive del futuro del Real senza Ancelotti: tra i diversi candidati anche Jurgen e proprio Benitez che attende di tornare al in prima squadra, come punto d’arrivo della carriera prima della Nazionale. Lì non ci sono problemi di budget!