ULTIM'ORA

Rafa accatta DeLa: non sa come si vince!

114800569-4b2ea160-3b84-45bb-91e4-34713e477be9

di Paolo Paoletti - Dice Benitez: “Ho spiegato a De Laurentis che serve visione. Il nostro è progetto a lungo termine, per rimanere al vertice negli anni. Non ci dobbiamo porre un obiettivo particolare, non si può decidere cosa fare per una vittoria o una sconfitta. La reazione dopo Dortmund mi è piaciuta. Dobbiamo lavorare tutti con serenità, sapendo che la squadra sta crescendo bene. Pronti per le pme sfide”.

Le pme sfide il Napoli le giocherà tutte al San Paolo: 3 volte in 10 giorni, 3 partite che segneranno la stagione. Sabato contro l’Udinese, brutto cliente. L’11 dicembre contro l’Arsenal, in palio gli ottavi di . Il 15 contro l’ di Walter Mazzarri, il fantasma contro cui combatte R Benitez.
Il Napoli dello spagnolo ha 1 punto in più dell’anno scorso in un campionato molto più mediocre dove alle 5 di testa in 10 punti ( 37, Roma 34, Napoli 31, e Fiorentina 27) mancano Milan e Lazio a 17!

Bucare la qualificazione in , significherebbe tornare all’eliminazione con Chelsea e è ancora lontano dalle garanzie date Cavani.
Hamsik sta verificando un plantare speciale per rientrare in Europa evitando ricadute. E’ fermo da un mese, difficile vederlo contro l’Udinese, possibile il mercoledì successivo contro l’Arsenal.

Anche per questo Benitez chiede giocatori di qualità a gennaio indipendentemente se l’Europa azzurra continuerà in EuropaLeague. L’ha vinta col Chelsea, ci riproverebbe col Napoli.
De Laurentis senza i soldi della non farà altri , spende solo i soldi che incassa sicuri!

Perso D’Agostino del , Gonalons riproone la sequela di rifiuti, Revellier è un illustre sconosciuto che si allenava da 4 mesi da solo…R vuole 2 innesti di qualità scelti da lui: o Skrtel dal Liverpool per la difesa, Garcia o Benitez a centrocampo da City e Barcellona. Servono circa 40-45 milioni tra cartellini e ingaggi: De Laurentis se la ride, non ci pensa proprio. Antonelli può sfumare per la richiesta di sconto a Preziosi come fossimo al supermercato, Ranocchia è specchietto per allodole, N’Kolou è l’idea bluff di Bigon visti i 12 milioni chiesti dall’OM.

Qui c’è il nodo irrisolvibile: l’accusa di non avere visione su come si costruisce un ciclo vincente, diventa tradimento ai patti che convinsero Benitez a tornare in Italia. Dopo il ciclo-verità con Udinese-Arsenal-, Rel romperà gli indugi spiegando fuori dai denti ai napoletani cosa non va nel Napoli.

Intanto Britos, squalificato, salterà Di e Cannavaro è ormai un ex.
Anche all’ la difesa ha fatto venire i brividi e solo la pochezza della Lazio ha consentito la larga vittoria. Fumo negli occhi.
Keita però ha svegliato tutti: come può un 18enne far fuori una a difesa e infilare Reina da 7-8 metri senza che qualcuno s’indigni?

Per farlo servirebbe quella visione che De Laurentis non ha.
Adesso lo sa anche Benitez.