ULTIM'ORA

Quasi Mattarella: Renzi cerca voti, Alfano dice no a Silvio.

Quirinale: al via terza votazione per presidente

di na Collina - Sergio Mattarella a un passo. Appello del er Renzi, Angelino Alfano verso il sì. Forza annuncia la scheda bianca, il candidato Pd sopra quota 505. In attesa della quarta votazione, ancora fumate nere. Ora basta la maggioranza assoluta. Grasso: ‘Dispiace non poterlo votare’. er: ‘Auspico la più ampia convergenza’. Caos in . Ncd rischia l’implosione, 11 ri votano sì. Contatti Alfano-Cav, slitta assemblea Area Popolare. Boschi: ‘Ricuciremo’. Lotti avverte: ‘ anche soli’.

Angelino Alfano e Berlus hanno avuto in giornata una serie di contatti e, secondo quanto si apprende, e’ emerso che Ncd voterà sì a Mattarella mentre Forza voterà scheda bianca.

“Abbiamo deciso di rinviare la riunione congiunta dei gruppi di Area Popolare a domani alle ore 8. Durante la riunione decideremo la posizione che terrà il nostro gruppo. Sono ancora in corso contatti con Forza ” Lo rendono noto i capigruppo di Camera e di Area Popolare, Nunzia De Girolamo e Maurizio Sac.

Intanto oggi e’ stata fumata nera nella seconda e terza votazione del Parlamento in seduta comune per eleggere il nuovo presidente della Repubblica. Al termine dello spoglio, la presidente Boldrini annuncia che si tornerà a votare domani alle 9:30, quando il quorum richiesto sarà la maggioranza assoluta.

Su Sergio Mattarella “auspico si determini la più ampia convergenza possibile per il bene comune dell’”. E’ l’appello che Matteo Renzi rivolge ai partiti di maggioranza e opposizione sottolineando che “è una scelta che interpella tutti e non solo un partito”. “nite le prime tre votazioni, siamo arrivati al momento chiave”, afferma il presidente del Consiglio Matteo Renzi. “Siamo di fronte alla concreta possibilità che una personalità autorevole e stimata da tutti, un servitore dello Stato come Sergio Mattarella, diventi il presidente della Repubblica con un voto ampio di settori della maggioranza e dell’opposizione parlamentare”. “Non è – sottolinea Renzi – una questione che riguarda un solo partito: la scelta del Capo dello Stato interpella tutti, senza distinzioni. Per questo auspico che sul nome di Sergio Mattarella – presidente della Repubblica di tutti gli ni – si determini la più ampia convergenza possibile per il bene comune dell’”.

Dopo l’appello di Renzi “auspichiamo un voto convinto e compatto di Ap a sostegno di Sergio Mattarella, persona di alto prolo giuridico ed istituzionale”. Lo dichiarano in una nota undici ri di Area Popolare.

“Come deciso ieri con Berlus e approvato all’assemblea dei grandi elettori confermiamo che dalla quarta votazione Forza voterà scheda bianca”. E’ quanto ribadiscono i capigruppo Paolo ni e Renato Brunetta.

“Renzi chi?”. Così il consigliere politico di , Giovanni Toti, risponde a chi, a Montecitorio, gli chiede un commento sull’appello del er Matteo Renzi alla più ampia convergenza sul nome di Sergio Mattarella.

Quello di Renzi “è un appello che va nella direzione che avevamo auspicato e ripara all’errore di metodo iniziale, togliendo a Mattarella quell’aura di uomo solo del Pd”. Così il re Ncd, Roberto Formigoni.

riunisce stasera parlamentari su 4/o voto – Assemblea congiunta questa sera dei parlamentari . La riunione è stata convocata alle 21 per decidere come procedere per il quarto scrutinio.

“Siamo al lav insieme ai colleghi della Camera per decidere la linea da tenere in vista della quarta votazione. Domani mattina comunicheremo la nostra decisione”. Lo scrive in una nota il coordinamento dei ri , mentre è in corso la riunione congiunta con i deputati di Alternativa libera.

Sac, punto è politico, resta scheda bianca – “Il punto è politico”, non riguarda la persona di Matterella. Il ministro Boschi mi ha convinto? “No, non mi ha convinto”. Lo afferma il capogruppo Ap al Maurizio Sac in Transatlantico. “Il punto è che c’è un cambio di maggioranza”, il Pd “ha vestito con la divisa dei Soviet un giudice costituzionale democristiano”, aggiunge.