ULTIM'ORA

Quando il Gallo canta 3 volte: Belotti, 22 gol, sfida Messi…

FC Torino v Bologna FC - Serie A

di Antonella Lamole - L’idea di mettere la clausola dal 100 milioni su Belotti, Cairo la spiega dopo la vittoria sul Palermo, “mi venne dopo la vittoria sulla . Se dovessi fissare oggi il prezzo metterei la clausola per la a 150 milioni di euro. Ha segnato tre gol pazzeschi, uno più bello dell’altro. La clausola per l’estero, non per l’Italia”.

Con la tripletta rifilata al Palermo sono 22 i gol in campionato, un bottino che mette Andrea Belotti solo in cima alla classifica cannonieri e a un solo gol da Leo Messi nella lotta per la Scarpa d’.
Il bomber ha eguagliato Ciro Immobile del 2013-2014 e dice: “Ringrazio i miei compagni per gli assist che mi hanno fornito, è grazie a l che ho segnato così tanti gol. La classifica cannonieri sarebbe un traguardo importantissimo e bellissimo da raggiungere. Perché non ho alzato la dopo i gol? Ho passato due anni bellissimi a Palermo: abbiamo raggiunto una promozione ed un campionato di Serie A bellissimo. In rosanero i si mi hanno sempre rispettato e non volevo infierire su di l e se ho esultato è stato esclusivamente per i gol. La mia fascia da capitano? C’è la foto della mia ragazza e del mio cane, sono due punti di riferimento per me che mi tranquillizzano e mi stanno vicino nei momenti difficili e mi caricano sempre. La mia ragazza palermitana? Sì, ma lei quando segno è sempre felice”.

Due triplette (al Bologna e oggi al Palermo), quattro doppiette (contro Cagliari, Crotone, Pescara e ) e tre sbagliati. Nel bene e nel male sono numeri da fenomeno. Belotti sta dimostrando a suon di gol di re tutti i 100 milioni della clausola rescissoria. Gongola Urbano Cairo, che se proprio a fine stagione dovrà perderlo almeno potrà rifare mezza squadra, e se lo gode anche Giampiero Ventura: con un attaccante così completo e implacabile la strada verso i di Russia 2018 è un po’ più in discesa.

Numeri incredibili si diceva, tanto che se il Gallo avesse segnato i tre sbagliati avremmo parlato di 25 gol in 24 gare giocate, una media alla Messi o Cristiano Ronaldo tanto per intenderci. Alla prima da capitano contro la sua squadra, probabilmente avrebbe preferito segnare una tripletta a un altro avversario. Perché i rosanero hanno avuto il merito di lanciarlo nel calcio che conta e nei due anni in Sicilia il Gallo ha avuto modo di fare intravedere le sue enormi qualità, poi esplose al Torino. Merito anche di , che ha costruito un T al suo servizio.

Con la tripletta di oggi, Belotti ha già raggiunto Immobile che nel 2013-2014 vinse la classifica cannonieri con 22 gol. In totale con la maglia granata sono 36, superati in un colpo solo gente come Claudio Sala, Walter Schachner e Andrea Silenzi in meno di due stagioni. Numeri da fenomeno…