ULTIM'ORA

Quagliarella Azzurro: E’ un orgoglio. Chiesa e Zaniolo i migliori. Il lavoro premia!

Italy Training Session & Press Conference

di Chiara Benigni - Fabio Quagliarella è in Azzurro. Con lo spirito di un ragazzino e l’esperienza di un veterano. “Arrivare adesso di nuovo in Nazionale è motivo di soddisne e orgoglio, signica che il Cittì guarda e tutti, dai 18 anni in avanti. Per me la Nazionale è sempre stato un traguardo, signica che stai facendo più che bene, ma per l’età che ho devo navigare a vista. Quando mi hanno informato della chiamata ho chiesto: ma mi vogliono nello staff?”

Stagione esaltante, capocannoniere con 16 gol, Quagliarella è tornato a 36 anni dopo quasi 4 anni. Un riconoscimento per quello che sta dimostrando sul campo e per insegnare ai giovani.

Il segreto della sua ‘seconda giovinezza’, dipende solo da buone di vita…
“Occorre allenarsi bene, riposare, soprat dopo i 30 anni, è importante l’aentazione e il modo di allenarsi – ammette – Quando mi alleno, spingo perché ne ho bisogno. La tenuta sica è dovuta a quello che hai fatto negli anni e quello che continui a fare. Il lav a”.

Sulla squadra che sta formando il ct, dice: “Vedendola da fuori è molto propositiva, crea tante occasioni e quando perde palla cerca subito di recuperarla. E’ una squadra che invoglia e tras, questo è quello che mi ha trasmesso dall’esterno”.

E la difcoltà degli azzurri ad andare in gol, palesata nelle prima gare sotto la guida si Mancini, non preoccupa Quagliarella. “L’ ha costruito sempre tante occasioni, i gol arriveranno. La maglia della Nazionale è pesante, consiglio ai più giovani è restare sereni… prima o poi i gol arriveranno”.

Da chi? “Mi piacciono tantissimo Chiesa e Zaniolo, che sta dimostrando di poter giocare a certi livelli. E il ct non se li fa scappare”.

Qualicazione agli
“Siamo l’, non dovremmo neanche guardare le avversarie. Ma è giusto rispettare tutti altrimenti si prendono mazzate. Con grande umiltà doiamo tornare a essere quello che siamo sempre stati”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply