ULTIM'ORA

PSG, puzza sotto la Torre: il 6-1 ha arricchito i serbi?

thumb-psg-638x425

di Cocò Parisienne - Le autorità francesi, su segnane della , hanno aperto una indagine preliminare sulla base di un sospetto tentativo di combine avvenuto in Psg-Stella Rossa Belgrado, gara della fase a gironi di League vinta 6-1 da Neymar e compagni. Un dirigente serbo avree scommesso la bellezza di 5 milioni di euro sulla sconfitta della sua squadra con cinque di scarto, come poi avvenuto sul terreno di gioco.

L’ombra del scommesse aleggia sulla League. Nel mirino la sfida tra Psg e Stella Rossa, eurorivali del , che si è giocata al Parco dei Principi il 3 ottobre. Una gara senza , dominata in lungo e in largo dai parigini, andati a segno con Di Maria, , Mbappé e una tripletta di Neymar. Di Marin il della bandiera dei serbi, ininfluente sul risultato ma, a quanto pare, che ha fatto la fortuna di un dirigente del club serbo.

La ha prontamente avvertito le autorità transalpine prima del match una volta ricevuta la segnane da un informatore la cui identità non è stata ovviamente rivelata, ma il cui ‘pedigree’ era considerato tanto essante quanto credibile.
L’informatore aveva anche rivelato di un possibile incontro tra il dirigente e il presidente del Psg, Nasser Al Khelaifi, contatto che non c’è mai stato.

A Belgrado, il presidente onorario della Stella Rossa, Dragan Dzajic, è sbottato: “E’ tutto falso”.

L’Autorità francese dei giochi online non ha rilevato nessuna anomalia sul flusso delle scommesse.
Anche il Psg ha preso le distanze dicendosi “indignato” e ricordando l’attaccamento ai valori ivi tra cui appunto “l’integrità dello ”. Al momento non ci sono prove che la partita sia stata truccata. E non è nemmeno da escludere un tentativo di destabilizzazione o calunnia nei confronti della Stella Rossa.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply