ULTIM'ORA

Processo Napoli: difesa ridicola, no regista, accuse!

Ancelotti

di Paolo Paoletti - 24 agosto 2019, Ancelotti: “Gli oiettivi sono stati raggiunti, aiamo la qualità per lote e per provare a vincere lo Scudetto. #ForzaNapoliSempre.
Cosa è successo in poco più di 3 mesi?

A -11 dalla e -10 dall’Inter appena costruita da Conte, la settimana del Napoli, senza vittorie e mille polemiche arbitrali, apre il processo a De Laurentis e Ancelotti!

Persa a la terza partita in 11 turni di campionato: fuori dalla lotta scudetto e dalla zona Champions League, Carletto ha riportato gli azzurri al primo anno di Benitez (2013) eguagliando il primato negativo di Sarri del 2016-2017, quando però Maurizio aveva 20 punti.

Inizio disastro che rende bugiarde le parole di Ancelotti scritte il 24 agosto!

La vittoria sul ha illuso, il suo Napoli ha 7 punti di meno rispetto allo scorso anno e anche all’Olimpico si sono evidenziati problemi strutturali: troppe occasioni sbagliate, reti subite con eccessiva facilità, approcci sbagliati, confusione.

Ancelotti continua nel suo turnover spinto, rinunciando alla continuità con il risultato di prestazioni incolore, senza smalto e senza personalità.

Alla sbarra soprat la difesa: via Albiol sostituito da Manolas ha già incassato 15 reti in 11 gare (record negativo) nonostante i miracoli di Meret. Irriconoscibile Koulibaly, prima causa dei soli 3 ‘clean sheet’ da inizio anno: troppo pochi, così come le lacune del centrocampo, dove manca un regista da quando è stato ceduto Jorginho! Con Veretout e Shone alla portata e snoati.

Il condito dalle accuse di De Laurentis (“ è scomodo, Mertens e Callejon sono dei marcheti”).
E le liti -Ancelotti. Al cui confronto le accuse per gli errori arbitrali sembrano alibi di chi non sa più cosa fare.

Eppure il calciomercato è stato oneroso, sbagliato ma costoso: Lozano e Manolas sono tra i tre più pagati dell’era De Laurentis.
L’obiettivo dichiarato era lo scudetto, chi paga per l’ennesimo flop?

La necessità adesso è aozzare: già martedi si gioca una gara chiave per gli ottavi di Champions. Unico traguardo che tiene ancora tutti insieme. Almeno apparentemente.
Perché perdere il 4 posto in campionato determineree fallimene anche il o del Napoli perdendo una settantina di milioni tra incassi , botteghino e indotto.

ADL sorpreso a scuote la testa all’Olimpico ha già pronta l’ennesima rivoluzione.
Ma perchè non è lui ad andarsene?

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply