ULTIM'ORA

Prandelli: abbiate fiducia. E Costarica provoca Balo!

prandelli.nazionale.allenamento.2013.2014.356x237

di Chiara Benigni - Giornata di riposo a Coverciano, poi si parte, da umicino.
ha visto e rivisto il lmato di Italia-Lussemburgo e i dati del dei giocatori. Si riprende a Mangaratiba: sabato doppia seduta, domenica ultima amichevole col Fluminense a Volta Redonda alle 17.30 locali, 22.30 italiane.
Abituiamoci al fuso orario, il Mondiale dei lo vedremo di notte. Sabato 14, prima contro l’Inghilterra, addirittura da mezzanotte in avanti.

a Sette, in edicola domani col dice: “Italia, dati di me. Non siamo i più forti, ma possiamo battere i più forti. Il è formidabile: davanti fa paura, a centrocampo è solidissimo, la difesa un po’ meno. Poi ci sono Germania, Spagna e Argentina.

In Italia siamo polemici e divisi, ma nella polemica troviamo forza e convinzione. Non siamo popolo da situazioni ordinarie, reagiamo dopo aver toccato il fondo. La è come il Paese, si carica e può battere anche i più forti. Mi aveva colpito la squadra di Lippi, campioni del mondo, schiati senza motivo. Dovevamo ricucire il rapporto con la gente….ci ha arricchito giocare a Quarto e a Rizzi, su campi sequestrati alla criminalità, o in Emilia dopo il terremoto”.

Oltre l’Inghilterra (2-2 con Ecuador), c’è l’Uruguay (2-0 alla Slovenia: Cavani e Stuani). Costa Rica cuscinetto.
Jorge Luis Pinto, ct colombiano di Cosica provoca e avverte: “Siamo pronti e il clima è con noi, passiamo il turno. La storia non gioca. Non temo nulla, mi chiamano esplosivo. è incostante, a rischio espulsione”.
Sembra aver capito tutto.