ULTIM'ORA

Maturità, tutti aspettano Pirandello per la prova d’italiano!

fefcd84308496b505dc2114ebdcd471f

Pirandello, le stragi di mafia, il e l’Unione Europea: sono questi i temi in cima ai pronostici della vigilia dai 2500 ragazzi che hanno partecipato al sondaggio di Skuola.net a meno di una settimana dall’inizio dell’esame. Quello di Luigi Pirandello è stato un crescendo costante; punto dopo punto ha lasciato al palo i ndenti e si è imposto come l’opzione più probabile per l’analisi del testo il giorno dello scritto d’italiano. A inizio aprile era al 17%, oggi sale fino al 23%. Gli unici a tenergli testa sono Giuseppe Ungaretti (all’11%) ed Eugenio Montale (10%). A sottolineare il fatto che i maturandi credono nel della tradizione: Pirandello è, infatti, già uscito nel 2013, gli altri due addirittura cinque volte negli 15 anni (Ungaretti nel 2006 e nel 2011), Montale (nel 2004, 2008 e nel 2012). Si spegne, invece, la pista Dario Fo: se fine a qualche tempo fa era in terza posizione oggi è piantato all’8% di preferenze. Accelerazione finale decisiva anche nella categoria ‘personaggi famosi’. Dal 28% al 38%, dieci punti percentuale in appena un mese: Giovanni Falcone e Paolo Borsellino devono esser sembrati i protagonisti perfetti per un saggio breve che richieda ai maturandi di parlare di mafia. In più, siamo nel 25esimo anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio. Ma che il 2017 sia l’anno di Pirandello lo dimostra il fatto – constata Skuola.net – che l’autore siciliano entra anche in questa mini-classifica: con il 26% dei si piazza in seconda posizione. Se non altro perché ricorrono i 150 anni dalla sua nascita. Molto più indietro (10%) troviamo Umberto Saba, nei 60 anni dalla sua . Nel toto-tracce dei maturandi spuntano anche due temi di stampo storico politico: da un lato i 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma, una delle tappe fondamentali nel d’integrazione europea, che ottiene il 21% di consensi confermandosi in prima posizione. Dall’altro i 70 dalla firma della Costituzione italiana, che cresce lentamente (oggi è al 16%) mantenendo la seconda piazza. Tema, quest’ultimo, insidiato dai 20 anni dal Nobel a Dario Fo (anch’esso al 16%) che, escluso dall’analisi del testo, potree tornare nel saggio breve. Quanto alla traccia d’attualità, pare inevitabile che l’argomento offuschi il resto: la nuova ondata di terrore che ha essato mezza Europa ha spinto in alto le quotazioni fino al 33% (quattro settimane fa era appena al 20%). La seconda posizione (10%) se la aggiudica l’elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti d’America mentre il tema Immigrazione si conferma al terzo posto.