ULTIM'ORA

Silvio salva Pippo per salvare se stesso!

il-milan-costa-troppo-caccia-a-investitori-stranieri

di Nina Madonna - Pippo Inzaghi respira, è ancora vivo. Per quanto? E’ stato ‘confermato’ ha una settimana per salvarsi e salvare tutti. La porti 3 punti da Firenze… chi ci crede?
Contro la Fiorentina, lunedì pmo, si gioca ‘tutto per tutti’: sopratutto Berlus che deve andarsene dopo aver cacciato Allegri, al suo secondo al primo anno, ai primi 10 mln da allenatore in vacanza, Pippo Inzaghi una delle ultime icone del fu grande . ha salvato Pippo per salvare se stesso, tutti e due per non rimetterci faccia e milioni.
Brocchi in stand-by è una bestemmia, ma sarebbe l’etichetta più indovinata: il di Brocchi.
Per quanto sarà ancora di Berlus?
‘Mister Bee’ ha firmato un pre-accordo: 250 milioni per il 30%. Se salta tutto l’indonesiano ne incassa 25 di penale.
ne chiede 800 per vendere il ‘pacco’. Possibile?
Impossibile fuori dalla e non si capisce come ci possa tornare un così!

TOTO-. Com’è prassi consolidata, impazza il toto-allenatore intorno al . Per il finale di questa stagione e per il progetto-. Ci limitiamo a segnalare voci e idee. Secondo Leggo, Berlus ha telefonato ad Antonio Conte, il pressing per averlo al a luglio non si allenta. Stando a Repubblica, per l’immediato oltre a Brocchi e Tassotti c’è Zaccheroni. Per il Corriere della Sera, Brocchi allenatore e Lippi direttore tecnico. Non perdendo di vista Trapattoni. E per il Spalletti, e Klopp.

ORE 15 TUTTI A ELLO. Oggi alle 15, ripresa degli allenamenti a ello. E c’è l’attesa per capire come sarà e quello che si diranno giocatori e allenatore. Può essere che arrivi in ritiro anche Adriano .

FIRENZE DECISIVA. L’ultima spiaggia di Superpippo è quella del Franchi di Firenze. Una partita difficilissima per salvare la panchina: i rossoneri sono in caduta libera, mentre i stanno volando. In più lo scontro con che potrebbe essere il suo successore sulla panchina rossonera. Servirà una grandissima prestazione, una risposta alle critiche.

LA NOTTE DI ARCORE. E’ stata una domenica lunga con la decisione di non cambiare arrivata solo in serata. Berlus ha riflettuto a lungo nella sua villa di Arcore e dopo diverse telefonate con si è convinto a dare un’ultima opportunità a Inzaghi. Il presidente rossonero, infatti, dopo aver visto la brutta prestazione contro il Verona, era pronto a esonerarlo. Poi le riflessioni e l’intervento dell’ad che ha difeso il tecnico: troppi infortuni, il gol del Verona al 94′. Altro ancora. In più la mancanza di un’alternativa valida: Brocchi piace, ma non convince. Il tecnico della Primavera rimane in stand-by in attesa del match contro la Fiorentina.