ULTIM'ORA

Pippo e Walter, i no e i si che pesano sul futuro!

pippo-inzaghi-cuore-rossonero

di Nina Madonna - Jorge ha rifiutato il Milan: “Non mi ha entusiasmato granché, succede quando hai qualcosa di meglio… Ho capito di allenare un grande come il Benfica e non mi è mai passato per la mente di andare via”. Jorge era primo candidato alla successione di Seedorf, assieme a Unai Emery, del Siviglia.

Un no che fica il Milan e Belurs, senza più l’appeal di un tempo …
“Sarei potuto andare in un che mi offriva più soldi – spiega a ‘Benfica TV’ -, ma non mi sono mai spostato per soldi. Il Benfica è un grandissimo e negli ultimi anni ha ottenuto risultati eccellenti anche in ”.
Luis Filipe Vieira dovrebbe offrigli un altro anno di contratto al Benfica, l’attuale scade nel 2015. Il Milan è solo un ricordo e Pippo Inzaghi subirà tutto il peso di questo pesantissimo no!

Non sta meglio Mazzarri: nel giorno del 44° compleanno di Erick Thohir emerge la clamorosa indiscrezione: i nerazzurri hanno contattato Simeone, resterà all’Atletico Madrid ancora un anno, disponibile per un eventuale ritorno nel 2015.

Eco perchè non c’è stato con Mazzarri, che si giocherà le sue carte con questa spada di Damocle.
L’ deve rinforzare la rosa ma fin qui l’unico acquisto è Vidic in difesa, che Mazzarri ha ridisegnato a 4. Ranocchia potrebbe restare nonostante la . Vanno e vengono gli obiettivi Siqueira-Erkin.

A centrocampo c’è , pupillo di Mazzarri guardaspalle giusto per Kovacic ed Hernanes.
L’ offre 5 milioni di euro più Taider, ma insiste il nome di Granit Xhaka del Bo Moenchengladbach, a cui i nerazzurri offrono Kuzmanovic più 5 milioni.

In attacco, Dzeko è irraggiungibile per le richieste del City. Chicharito Hernandez si può fare col Manchester United, anche se bisognerà attendere il benestare di Louis Van Gaal. Troppo tempo.