ULTIM'ORA

BB alle Europee, guerra di potere Seedorf-Galliani.

seedorf-barbara-berlusconi-298299

di Nina Madonna – Nuovo vertice notturno da Berlus: , racconti indiscreti di giocatori e del fido Tassotti. La panchina di è tornata improvvisamente in bilico, perchè? La più dura lotta di potere attravers il Milan quanto quella della giustizia con Berluas, sbattuto fuori dalle europee dalla sentenza della Corte di Cassazione.
“Vogliono distruggermi dal punto di vista personale e politico, vogliono privare i moderati di un leader, ma non lo consentirò”, Berlus sapeva già del pericolo, per questo da giorni aveva chiesto alla figlia Barbara di allentare sul Milan. Sperava in un rinvio alla Corte di Strasburgo, invece la conferma dei 2 anni di dizione azzera le sue possibilità di candidarsi alle Europee, mettendo in gravi difficoltà Forza e la strategia di gestione dei luoghi di potere.

I risultati disastrosi dei rossoneri sono infatti niente rispetto alle mire del tecnico olandese e della sua manager Deborah Martin, la quale avrebbe chiesto un incontro con gli azionisti per imporre in società assicurazioni sul futuro. L’invasione di campo ha imbestialito Berlus, che vede in questo gesto la voglia di comandare a casa sua. chiede con insistenza totale autonomia gestionale al presidente, senza renarsi con chi gli sta intorno e senza mai mettersi in discussione.

sa che questo è l’obiettivo concordato anche con Barbara Berlus che vede in la leva per togliersi definitivamente dai piedi .
Ma l’dizione e l’impossibilità di candidarsi alle ‘europee’ cambia tutto incrociando le sorti del Milan, per cui Silvio ha allertato la figlia Barbara: stai pronta, lascia perdere il Milan, potrei candidarti…

La prima scelta resta Marina Berlus, figlia di primo letto e prediletta. A lei il ha già chiesto di scendere in campo per il bene dell’ e delle aziende di famiglia. Ma la manager Medisaset ha sempre detto di no. Marina sa che la politica è fica, vive le angosce del padre e le rifiuta per sè.
Ecco allora spuntare Barbara. La giovane e neo AD del Milan è disponibile ad impegnarsi e accetta la prova per dimostrare il suo valore. Con lei in lista Berlus raggiungerebbe lo scopo di inserire nel Forza il nome Berlus.

Per BB significherebbe l’addio al Milan almeno per un po’. Ma Barbara ha già tessuto la tela che impedisca a di tornare da solo in sella.

però ha rotto lo spogliatoio molto più di quanto avesse già fatto Balotelli e proprio per la protezione di Balo.
Da Milanello gli pifferi raccontano che il tecnico sia arrivato in ritardo alla riunione tecnica prima con l’ e il giorno dopo non abbia diretto l’allenamento nella palestra dell’albergo spagnolo.

Altri se la ridono sul ruolo dello staff dell’olandese, trasformato in servitù per l’improvvisa voglia di uova strapazzate.

Il Corriere dello spara: al bivio, panchina in gioco nelle sfide con e Fiorentina.
E per la panchina rossonera cresce la candidatura , appena esonerato dallo Zenit San Pietroburgo.