ULTIM'ORA

Perchè la Juve ha perso, la sfrontata autostima di CR7!

Juventus FC vs Real Madrid

di Paolo Paoletti - Bonucci colpevole sui due di Ronaldo: prima ha deviato imparabilmente su CR7, poi si è perso ancira Cristiano Ronaldo in mezzo all’area! Una delle peggiori prestazioni, se non la peggiore, da quando è in bianconero.

Tre in 12 partite, fino al Monacò. Quattro in 90 minuti, (3 in soli 45′) dal Real: si spiega così la disfatta di Cardiff?
Un micidiale uno-due in 3 minuti ha trato la difesa bianconera e tutta la ntus.

Cosa è successo dopo 10 mesi entusiasmanti e un primo tempo all’altezza delle aspettative?
Troppo forte il Real? Devastante Cristiano Ronaldo? Troppo bravo Zidane?

Due Champions, 1 Supercoppa europea, 1 Mondiale per club, 1 Liga in 18 mesi in panchina: Allegri incarta a porta a casa!
E Isco, largo a sinistra, per mettere in l’assetto tattico della !

Ci sta tutto. Ma anche altro. E questo ‘altro’ si chiama attacco, ovvero . Arrivato per vincere la Champions, ha fallito la prova decisiva. Come gli era accaduto già altre volte in nazionale. Si è battuto per 15′: nei restanti, errori e poca personalità.
Davanti si è salvato solo Mandzukic, peraltro colpevole del terzo spagnolo, sbandamento collettivo dopo la rete di Casemiro.

Dybala non è mai entrato in partita, assente ingiustificato. E Dani Alves è to anche lui nella ripresa, quando Cuadrado si è rivelato semplicemente ingenuo, colpevole.

In difesa ha visto tutti ben sotto la sufficienza. Crollato proprio il punto di forza della . Ha tenuto nel primo tempo, un naufragio nel secondo. Anche Buffon tra i pali. Nel momento in cui serviva la reazione, dopo il 2-1, è mancato lo scatto nervoso, cui si sono aggiunti errori tattici e tecnici.

Per gente come Bonucci, Barzagli e Chiellini, fa considerare che il peso del passato si è fatto sentire. Le finali perse, il tabù Champions, la maledizione europea, hanno giocato un ruolo decisivo: la reazione al vantaggio di Cristiano Ronaldo, non ha bissato il secondo subito piegando le gambe e le menti in confusione.

Chi dice che questa va comunque applaudita e ringraziata, sbaglia!
Così facendo ci perde il calcio italiano e la stessa che deve evidentemente colmare il gap dall’Inter di Mourinho e dal supertitolato di !!!

Resta un modello di pianificazione, gestione, applicazione. Ma in Europa serve di più.
Serve quella verve che CR7 ha mostrato alla vigilia della sfida ai bianconeri, confermata con il primo della finale.
Sfrontatezza che è fiducia nei propri mezzi e visione da primo della classe.

Nella non c’è.
Questa squadra non finisce a Cardiff. Anzi, deve ripartire, proprio dal Millennium…
e facciano vedere se ne sono capaci!!!

TABELLINO. NTUS-REAL MADRID 1-4
ntus (4-2-3-1): Buffon; Barzagli (66′Cuadrado), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic (71′Marchisio); Dani Alves, Dybala (78′Lemina), Mandzukic; .
A disposizione: Neto, Lichtsteiner, Benatia, Asamoah.
Allenatore: Allegri

Real Madrid (4-3-1-2): Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos (44′ st Morata); Isco (82′Asensio); Benzema (77′Bale), Ronaldo.
A disposizione: Casilla, Danilo, Nacho, Kovacic.
Allenatore: Zidane

Arbitro: Brych (Germania)

Marcatori: 20′Ronaldo, 27′Mandzukic; 61′Casemiro, 64′Ronaldo, 89′Asensio

Ammoniti: Dybala (J), Ramos (R), Carvajal (R), Kroos (R), Pjanic (J), Cuadrado (J)
Espulsi: 84′Cuadrado per doppia ammonizione