ULTIM'ORA

Per il rotto della cuffia: Milik ancora salvatutti!

Soccer: Serie A; Cagliari-Napoli

di Paolo Paoletti - Per il rotto della cuffia…
Il Napoli batte 1-0 il Cagliari grazie a una punizione di Milik al 91′ e resta a -8 dalla Juve capolista.
Aveva vinto a Cagliari con un calcio di punizione già lo scorso campionato, con Mário Rui.
Con questo ha izzato il 12° negli 15 minuti di gioco, più di ogni altra squadra in Serie A. Qualcosa significherà…

Ancelotti sospira e ritrova il sorriso… se l’era vista brutta per tutta la partita interrogandosi se lasciar fuori Insigne, , Callejon e Hamisk e tutt’insieme fosse stata la scelta giusta o il de profundis!

Primo tempo disastroso: Ospina dice no a Faragò. E fa paratissima su Farias, inutile perchè in fuorigioco!

La sveglia arriva nella ripresa quando Koulibaly e compagni, ‘cazziati’ da Carletto alzano ritmo e sforzi orientati al !
Milik colpisce una traversa di testa al 68′, poi pian piano tutto si spegne. Anche con 5 giocatori d’ in campo contemporaneamente.
Fino al 91, primo di ben 7 esagerati minuti di recupero, una splendida pennellata di sinistro di Milik che litiga con per tirare, chiude il discorso.

Arcadius ha izzato il suo primo su calcio di punizione in Serie A, al suo secondo tentativo. Con 4 nelle ultime 3 gare, è riuscito per la seconda volta ad andare segnare per 3 volte consecutivamente col Napoli, la prima a cavallo tra la scorsa stagione e quella attuale.

Il Cagliari ha perso la sua prima partita interna inb campionato e non lo meritava.
I sardi non perdevano in casa dallo scorso maggio, anche allora 1-0 dalla .

DECISIVI
Barella 6,5. Secondo tempo sontuoso del giovane centrocampista, che aina qualità e quantità. Lotta su ogni pallone fino all’ultimo secondo.
Pisacane 6,5. Fino a quando non viene sconfitto dai crampi è un autentico leone e dalle sue parti difficilmente si passa.
Farias 5. L’impegno non manca, ma è un attaccante e gli si chiedono i . Nel primo tempo spara contro Ospina a botta sicura (ma era in fuorigioco), nel secondo spreca di testa l’occasione più nitida dei suoi.

Milik 7. Primo tempo così così come tutta la squadra, nella ripresa crea un pericolo dopo l’altro: prima un gran sinistro, poi la traversa e infine la pennellata su punizione.
Fabian Ruiz 6,5. Ancelotti lo schiera a sorpresa dietro le punte e a inizio ripresa disegna calcio e lascia a bocca aperta per alcune iniziative.
Ounas 4,5. Tanto fumo e poco arresto, alterna buone giocate a grandi pause. La continuità non è di certo il suo forte.

TABELLINO. CAGLIARI-NAPOLI 0-1
Cagliari (4-3-2-1): Cragno 6,5; Pisacane 6,5 (41′ st Cigarini sv), gna 6,5 (34′ st Andreolli 5), Klavan 6, Padoin 6; Faragò 6, Bradaric 5,5, Barella 6,5; Ionita 5,5; Joao Pedro 5,5, Farias 5 (24′ st Sau 5,5).
A disposizione: Aresti, Rel, Pajac, Dessena, Cerri.
Allenatore: Maran 6

Napoli (4-4-1-1): Ospina 6,5; Malcuit 6 (35′ st Callejon sv), Maksimovic 6, Koulibaly 6,5, Ghoulam 6,5; Ounas 4,5 (26′ st Insigne 5), Allan 6, Diawara 5 (17′ st 6), Fabian Ruiz 6,5; Zielinski 6; Milik 7.
A disposizione: Meret, Karnezis, Hysaj, Albiol, Luperto, , Rog, Younes.
Allenatore: Ancelotti 6

Arbitro: Doveri
Marcatori: 91′ Milik
Ammoniti: Padoin, Maksimovic, Insigne, Sau

NUMERI.
•Il Napoli ha collezionato il quarto successo esterno di fila in Serie A: i partenopei non izzavano una tale striscia di vittorie consecutive in trasferta dallo scorso feraio, proprio sul campo del Cagliari (sei in quell’occasione).
•La sfida tra Cagliari e Napoli non ha visto segnare più di un per la prima volta dal novembre 2012 in Serie A, quando i partenopei si imposero proprio con il punteggio di 1-0.
•Dopo aver ottenuto due successi contro il Napoli nella stagione 2007/08, il Cagliari ha trovato la vittoria solo in una delle successive 19 sfide contro i campani in Serie A (6N, 12P).
•Il Napoli ha messo a segno solo 1 contro il Cagliari, dopo averne izzati almeno 3 in ognuno dei precedenti sette match contro i sardi in Serie A.
•Il Napoli aveva vinto a Cagliari con un calcio di punizione già lo scorso campionato, con Mário Rui.
•José Callejón (276) ha superato Gramaglia arrivando al 9° posto soliio della classifica presenze all time in azzurro in tutte le competizioni.