ULTIM'ORA

Pep strapazza il Feyenoord, 4-0: in testa a mani basse!

C_29_articolo_1171734_upiImgPrincipaleOriz

di Mary Bridge - Nell’altra partita del girone F del il Manchester ha vita fa superando per 4-0 il Feyenoord. Basta meno di mezz’ora alla squadra di per archiviare la pratica: Stones di testa, Aguero al termine di un’azione corale e Gabriel in tap-in approttano della difesa troppo distratta degli olandesi. Nella ripresa la seconda rete di Stones cala il poker che chiude denitivamente i giochi.
Dura pochissimo l’entusiasmo del de Kuip: dopo appena due minuti, infatti, il la sblocca. Sugli sviluppi di un d’ano, il pallone nisce sui piedi di David Silva che lo rimette in mezzo per la testa di Stones. 0-1 , nemmeno il tempo di cominciare. Il a freddo destabilizza il Feyenoord di Giovanni Van Bronckhorst che al 10′ incassa addirittura il del raddoppio: Walker scappa sulla destra e lascia partire un cross perfetto sul quale il Kun Aguero si avventa da vero predatore da area di rigore freddando Jones. La replica dei padroni di casa è afdata ai piedi di Kramer, ma Ederson si fa trovare pronto. Si tratta solo di un fuoco di paglia perché al 25′ il la chiude con Gabriel . Dopo una serie di batti e ribatti in area, il pallone nisce tra i piedi del brasiliano che insacca il colpo del 3-0 a porta sguarnita. Forte dei tre di vantaggio, il alza il piede dall’acceleratore, consentendo ai padroni di casa di farsi vedere dalle parti di Ederson con più convinzione, ma la prima frazione si chiude con la squadra di in totale controllo delle operazioni.

Dopo un primo tempo letteralmente dominato, il fa girare il pallone cercando di addormene il match al cospetto di un avversario troppo timido ed impaurito. Il solo Kramer cerca di darsi da fare ma trova in Otamendi un cliente assai ostico che spegne sul nascere ogni velleità dell’attaccante olandese. Al 63′ il cala addirittura il poker ancora con Stones che, per una notte, veste i panni del eador. Sugli sviluppi di un d’ano il pallone nisce tra i piedi di De Bruyne che lo rimette in mezzo trovando ancora la testa dell’ Everton. Nemmeno la quarta rete degli ospiti riesce a risvegliare un Feyenoord totalmente incapace di reagire. Grazie a questo successo il Manchester di Pep sale a quota 3 punti in classica nel Gruppo F insieme con lo Shakhatr Donetsk che ha superato 2-1 il di Maurizio Sarri con le reti di Taison e Ferreyra.