ULTIM'ORA

Pep all’attacco: “il Bayern decida se sono giusto”. Dubbi anche su Conte.

C_29_articolo_1033502_upiImgPrincipaleOriz

di Marco Innocenti - Le critiche feroci subite per l’einazione dalla , scatenano il contrattacco di Guardiola: “La squadra deve giocare secondo le idee dell’allenatore, è l’unica soluzione giusta. Non sono qui per cambiare la cultura del tedesco, ma quando parlo ai miei giocatori non posso che esplicitare la mia visione di gioco”.

Lo spagnolo replica alle accuse in conferenza stampa alla vigilia della penultima di campionato contro l’Amburgo.
IL tema sta facendo il giro d’: lo aentano i giudizi su Morinho, Simeone, Blanc, Tata Martino, lo stesso Conte e Benitez arrivato a per dare spessore agli azzurri con scarsi risultati: solo terzo posto in campionato, fuori dalla Champion e anche dall’ League.
Vedere einato il Bayern campione in carica seppur dal Real Madrid all’inseguimento delle ‘Decima’ ha fato rumore, come lascia ampi dubbi la diabriba se sia più efficare il gioco di rimessa o il controllo del pallone.
Il Real ha dominato all’Allianz Arena sfruttando subito due palle inattive. Il dei petroldollari è stato fatto fuori dal pragmatismo di Mou. A sua volta punito dal carattere volitivo della squadra Simeone. Conte è stato einato dalla difesa intelligente di Jorge Jesus. Il gioco d’attacco di R Benitez esce invece ficato ancora agli ottavi dal che ha surclassato il in casa e fuori.

Il tiki taka proposto da Guardiola è da tempo contestato dalla stampa ma anche dall’interno del Bayern, dove Kaiser Franz, presidente onorario, s’annoia guardando il possesso palla dei bavaresi. Pep ha vinto a mani basse la Bundesliga. Eppure potrebbe essere sull’orlo del non tanto per i risultati ma per la sua filosofia che non cambia, convinto che i giocatori a disposizione siano adatti al sistema della sua visione: “Con questo gioco e questi giocatori abbiamo fatto grandi cose in questa stagione e abbiamo ancora la finale di Coppa di Germania contro il Dortmund”.

I si faranno a fine stagione: “Dopo la finale di Berlino incontrerò il presidente Rummenigge e il ds Sammer. Ci saremmo visti anche se fossimo andati in finale di . In prospettiva, è il Bayern che deve dire se io sono l’uomo giusto per questo club”. +
Sull malcontento di Thomas Muller, Javi Martinez e Mario Gotze, Guardiola smorza… “Hanno giocato bene quando la squadra ha giocato bene, e penso che saranno ancora con noi l’anno prossimo”.