ULTIM'ORA

Paura Toro: Benitez sbaglia tutto e perde a Oporto.

jackson.martinez.porto.napoli.esulta.2013.2014.690x400

di Paolo Paoletti – Ha sbagliato ! Per la paura di perdere col e la certezza di recuperare la qualificazione al San Paolo.
Non si può giocare in Europa League senza un costruttore di gioco di ruolo. Non si può giocare a solo per distruggere l’avversario. Non si può fare marcia indietro sulle proprie idee come sta facendo il tecnico spagnolo.

Certamente ha fatto tesoro dell’esperienza , altrettanto la chimica con De Laurentis è migliore di quella con Moratti che non fa imbrogliare come Aurelio, ma il Napoli di O è uno scempio per il .
Chi ha speso soldi e tempo per seguire gli azzurri in gallo deve chiedere il rimborso: Rafè…non si fa cosi!
Una sola nota positiva: è finita anche la stupidaggine della maglia gialla!

In tutto questo il è una squadra, somiglia molto al Napoli: discreto in attacco, un disastro in difesa.
Se togli Quaresma e ci metti il miglior Mertens, il disacorso sarebbe già chiuso.
Nonostante il Napoli abbia sprecato 3 chiare occasioni da , e si sia divorato 2 reti fatte. Quaranta milioni per 40 milioni, al Dragao ha fatto meglio Jackson!

Il Napoli è stato incapace di prenderlo a luglio, è stato incapace di fermarlo nella notte d’Europa…
Così è il , lo sa e ha sbagliato sapendo di sbagliare.
Attenuanti? Si, ma bisogna dirlo.

La sua colpa è di aver lasciato fuori dalla lista Jorginho. Quella di De Laurentis è di aver ‘bucato’ volutamente 5 chiesti a gran voce.
Se il Napoli esce dall’Europa League perde una occasione irripetibile e De Laurentis dovrà darne conto. A chi se nessuno gli chiede niente?
Dalla Uefa ha già incassato 38.9 milioni di euro, addirittura più del grazie al secondo posto di . Da incrementare andando avanti in Europa.

Ecco spiegato l’errore di : ha vincere sono sempre i soldi. De Laurentis chiede il secondo posto, perchè garantisce più soldi dal market pool Uefa.
contando sul ritorno in casa, ha fatto riposare Inler e Dzemaili che da ex vuole giocare titolare lunedi sera.
Resta il neo Jorgino che per le consizioni ridicole di Hamsik è errore grave da segno blu!

La partita è presto detta: 5 occasioni non si possono condere a nessuno. E’ andata bene che sia finita 1-0, con il solito stellone che accompagna De Laurentis.
Reina ha fatto il resto con due parate-qualificazione, mentre sul sinistro di Jackson Martinez e il palo gli azzurri c’entrano le solite fesserie di Britos e anche di Albiol.
All’Uefa, come in Italia, sono sensibili agli ascolti televisivi su cui si vendono i diritti: quindi il valido e annullato al fa parte della strategia che spinge italiane e spagnole verso la finale che guarda caso sono entrambe 3 da ridurre a 2 con i ‘casualmente’ decisi dall’urna!

ghesi terzo incomodo, se per la qualificazione del servirà almeno un altro di Jackson e un miracolo al San Paolo, il Benfica ha vinto 0-2 a Londra l’unica partita di cartello contro il Tottenham.
Resta la constatazione: ma dove si va con Revelliere, Goulam, Henrique, Britos, Duvan, Pandev?
Hamisk in condizioni pietose chi lo resuscita?

Reina per adesso ha tenuto in piedi la baracca in campionato ed anche in Europa, Swansea compresa. Fino a quando?

VOTI.
Hamsik 3. Lento, indecifrabile., vergognoso. Non riesce a ritrovarsi: non allunga, non affonda, non copre. Un peso, inutile!
Reina 7. Superlativo. Due parate qualificazione su Martinez e Fernando. Un numero uno da trattenere a tutti i costi.
5. Chi costa 40 milioni deve sempre fare di più! Sonnecchia, si rianima, crea e sbaglia malamente 2 palloni decisivi in area.
Henrique 4. Del centrocampista non ha niente: ne tempi e visione per fare gioco, neanche gamba e modi per l’dizione. Errore marchiano di .

Jackson Martinez 7. Corre, appoggia, assiste, conclude. Bravo e decisivo nonostante la giovane età.
Quaresma 6. Meglio che a o ma ancora poco. Due volte sfodera la ‘trivela’ fa più paura per il nome che per ciò che fa vedere.

TABELLINO. -NAPOLI 1-0
(4-3-3): Helton 6.5; Danilo 6, Maicon 6, Mangala 6, Alex Sandro 6; Defour 6.5 (42′ st Herrera sv), Fernando 7, C. Eduardo 6.5 (22′ st Quo 6); Quaresma 6.5, Jackson Martinez 7, Varela 5.5 (26′ st Ghilas sv).
A disposizione: Fabiano, Ricardo, Reyes, Lica.
Allenatore: Castro 6.

Napoli (4-2-3-1): Reina 7; Reveillere 5, Albiol 6, Britos 5, Ghoulam 6; Behrami 5, Henrique 4; Callejon 6 (34′ st Pandev sv), Hamsik 3 (29′ st Mertens 6), Insigne 6; 5 (37′ st Zapata 5.5).
A disposizione: Colombo, Fernandez, Dzemaili, Inler.
Allenatore: 4.

Arbitro: Kralovec (R. Ceca)
Marcatori: 12′ st Jackson Martinez
Ammoniti: Alex Sandro (P), Behrami (N), Reveillere (N)