ULTIM'ORA

Parma, vittoria e passione. Udinese, ritiro punitivo.

Soccer: Serie A; Parma-Udinese

di Rosa della Morte - Il batte Udinese 1-0 nel recupero della 24a giornata di serie A.
L’ultima in casa crociata risaliva ad inizio gennaio quando venne fermata la Fiorentina. Ora è arrivato il successo con l’Udinese, terzo risultato utile consecutivo dopo i pareggi con Inter e . Il insomma sorride mentre Stramaccioni, infuriato, ordina il ritiro per l’Udinese sino alla gara con il Palermo. ”Dedico questa al il gruppo che se lo merita – ha esordito Roberto Donadoni, allenatore del – Tutti quanti ci stiamo mettendo del nostro, anche con i nostri errori, i nostri difetti ma con tanto amore e se non ci fosse questa passione non verrebbe fuori una partita di questo tipo”. libero dall’assillo della classifica? ”Dire che abbiamo la testa libera ci vuole un bel coraggio – ha replicato il tecnico crociato – Sappiamo però che passa attraverso le nostre qualità, la nostra forza e se vogliamo che il sia meglio dell’oggi bisogna dare il massimo”. Ultime parole su Varela, autore del gol partita. ”Ha il padre che non sta bene, è stato via ed è tornato con un giorno di ritardo con la preoccupazione del papà sempre in condizioni incerte – ha raccontato Donadoni – Dimostra quindi grande professionalità e per lui va un grazie doppio per quanto ha fatto in campo”. Ed ora la Juventus che ”non è una sfida impossibile – ha concluso il tecnico crociato – Non c’è niente di impossibile nella vita e quindi anche nel . Sappiamo di dover affrontare una squadra che è un rullo compressore, lo dimostra la sfida di ieri con la Fiorentina. Ma noi siamo qui, e credo che sia meglio affrontare una squadra come la Juventus che la Cisanese”. un altro ca in casa dell’Udinese. ”Non abbiamo giocato, non abbiamo avuto l’aggressività, la cattiveria, la fame dimostrata nelle ultime gare – ha sottolineato Andrea Stramaccioni – Diffi commentare questa partita: mentalmente è come se non fossimo scesi in campo”. Ed ora tutti in ritiro. ”72 ore fa abbiamo fatto un match di grande profilo agonistico ed oggi invece siamo qui a commentare una partita come questa – ha concluso il tecnico friulano – Sono molto arto e la squadra andrà in ritiro sino alla gara con il Palermo. Noi vogliamo far bene e dobbiamo subito girare pagina”.

(3-5-2): Mirante 6, Santacroce 6, Costa 6 (4′st Mendes 6), Feddal 6.5, Cassani 6, Mauri 6.5 (30′st Gobbi sv), Lodi 6, Nocerino 6.5, Varela 7, Ghezzal 6, Coda 6.5 (21′st Belfodil 6) (22 Iacobucci, 91 Bajza, 13 Prestia, 58 Esposito, 20 Taider, 80 Jorquera, 37 Broh, 34 Haraslin, 17 Palladino). All.:Donadoni 7.

Udinese (3-5-2): Karnezis 6, Wague 5, Danilo 5.5, Bubnjic 5.5 (1′st Allan 5), Widmer 5.5, Badu 6, Guilherme 5, Bruno Fernandes 5 (33′st Geijo sv), Pasquale 5, Aguirre 5 (1′st Thereau 5), Di Natale 5.5 (22 Scuffet, 97 Meret, 21 Hallberg, 34 Antunes, 50 Coppolaro, 9 Perica) All.: Stramaccioni 5.

: Cervellera di Taranto 6.

Reti: nel st, 25′ Varela.
Angoli: 3 a 2 per l’Udinese.
Ammoniti: Wague e Mauri per gioco scorretto, Varela per simulazione.
: 9.772, di cui abbonati 9.580, per un incasso di euro 144.572.

I GOL. 25′ st: tiro-cross dalla sinistra di Varela, in mezzo all’area saltano Belfodil e Wague ma nessuno tocca il pallone e Karnezis si fa sorprendere dalla traiettoria con la palla che finisce in rete.