ULTIM'ORA

Papa Francesco: Auschwitz grida dolore immane, ora rispetto e pace.

70th anniversary of Nazi camp Auschwitz Birkenau liberation and International Holocaust Remembrance Day

L’Italia e il mondo celebrano il “Giorno della Memoria” che quest’anno ha una valenza particolare perché cade a 70 anni dall’apertura dei cancelli del campo di sterminio di Auschwitz.

“Non dobbiamo permettere a nessuna paura e a nessuna di chiuderci in un angolo, non dobbiamo ascoltare la voce della , che semina terrore per instillare odio, ma dare una risposta ferma, decisa e unitaria, perché la non ripeta gli stessi errori”, ha detto Pietro . Il capo dello stato supplente che sarà ad Auschwitz, dove prenderà parte alle celebrazioni per il Giorno della memoria, ha sottolineato che “Il ripudio del fascismo e della vergogna delle leggi razziali, la forza del diritto, della libertà e della dignità umana, il rigetto di qualsiasi idea di antisemitismo e negazionismo sono il fondamento più profondo dell’Italia repubblicana e dell’Europa unita”.

“Quel che è accaduto ci riempie di grande vergogna. Perché sono stati i tedeschi ad essersi resi colpevoli di tanto dolore: non dobbiamo dimenticare che i molti milioni di vittime sono una nostra colpa”. Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, partecipando con alcuni sopravvissuti a una commemorazione a Berlino per il 70mo anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. “Abbiamo la responsabilità di comunicare quanto noto su quelle atrocità e di tenere viva la memoria”, ha aggiunto

Renzi, Italia onora e ricorda. mai più – “L’Italia onora e ricorda la giornata della memoria 70 anni dopo la liberazione di Auschwitz. Mai più”. Lo scrive il presidente del Consiglio Matteo Renzi su Twitter. E accompagna il messaggio con gli hashtag “#maipiù” e “#pernondimenticare”.

Guai a chi sottovaluta il valore della pace, che è stata garantita in questi decenni nel nostro continente”: lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini venendo in Aula nel corso della commemorazione del Giorno della Memoria. “Se Auschwitz non ha guarito il mondo dall’antisemitismo – ha chiesto Boldrini rivolgendosi agli studenti presenti in Aula – cosa potrà farlo?”. Boldrini ha poi giudicato “molto grave che molti ebrei stiano lasciando l’Europa per avere più sicurezza”. Un pensiero lo ha poi dedicato a Carlo Finzi, funzionario della Camera, allontanato nel 1936, 2 anni prima delle leggi razziali, che perse la vita in un campo di sterminio

Papa: Auschwitz grida dolore immane, ora rispetto e pace “Auschwitz grida il dolore di una sofferenza immane e invoca un di rispetto, pace ed incontro tra popoli”. Lo scrive papa Francesco in un nuovo , nel Giorno della memoria.

Il presidente russo Vladimir oggi, in occasione del Giorno della memoria dell’Olocausto, ha visitato la mostra ‘Uomo e catastrofe’ al Museo ebraico e Centro della tolleranza di Mosca. non e’ andato all’ campo di concentramento nazista tedesco di Auschwitz perche’ – come ha spiegato nei giorni scorsi il Cremlino – non ha ricevuto un invito ufficiale. Ma non e’ neppure andato all’ campo di concentramento di Terezin, in repubblica Ceca pur avendo alcuni mesi fa ricevuto un invito formale dal presidente Milos Zeman. La scelta di rimanere in potrebbe essere stata dettata dalla volontà di evitare imbarazzi e stazioni in Europa a causa della crisi ucraina.