ULTIM'ORA

Palermo-Kiev, Sarri si mostri: turn-over, ombre, malumori.

00910

di Paolo Paoletti - Careca svela: “Al Napoli ho consigliato e Gabigol, ma non hanno voluto ascoltarmi. L’argentino si poteva prendere, mentre su Gabigol bisognava essere più veloci della concorrenza. Rodrigo Caio è un buon difensore, pronto per l’”.
Il mercato, Sarri e il turn over. Poi le maline di Lorenzo Insigne: Palermo deve rispondere a tanti dubbi che il Napoli affronta con 7 gare in 21 giorni. Cosa già accaduta lo scorso anno a Sarri in League, uscendo al primo vero ostacolo Villa.

Adesso tra sabato e martedi, in , tra Palermo e Kiev vedremo cosa è cambiato con Milik, Maksimovic, Rog, Diawarà, Zieli, Tonelli e Giaccherini in ordine di costi…
Per il il Napoli vive tra luci e ombre.
Le lamentele di Sarri hanno portato Maksimovic, in una difesa che fa ancora dannare: Albiol e Koulibaly con la testa ai cavoli loro e 4 gol subiti in 2 partite: enormità!

Palermo e Kiev con esordio , daranno questa prima risposta: ci si può dare della difesa?

L’ è una ‘risorsa’, sopratutto uno stress, per un tecnico esordiente.
Vedremo anche quanto servirà ai nuovi per inserirsi e se Gabbiadini e Insigne, che non vogliono più stare fuori, reagiranno.

Il problema rinnovi inquina tutto: Rejna (2,5) e Albiol (2,1), andranno via a scadenza. Rel sverna nell’assurdo di un terzo che costa 1,2. Hysaj (600) e Ghoulam (600) chiedono giustamente almeno il doppio, se Maggio ne prende 1,1 e Strinic 1,5. Come Gabbiadini (1,9) e Insigne ad oggi ‘fermo’ a 1,8.
Koulibaly (800) addirittura il triplo. Ma anche Mertens (1,2) s’aspetta una graticazione consistente.

paghi sfondando il tetto dei 90 milioni lordi totali per la rosa se non vuole affogare!
Mentre Hamsik che ha ottenuto 3,5 milioni netti faccia vedere se sono giusti tutti questi soldi per chi no ad ora si è mostrato incapace di prendere il Napoli per mano.

L’abbondanza a centrocampo è il presupposto di nuovi malumori: Rog, Diawarà e Szielinski per quanto tempo accetteranno la panchina?
Il passaggio dal 4-3-3 al 4-3-2-1, ‘albero di Natale’ che fece grande Ancelotti vincendo la League, è il compromesso che può salvare il tecnico consentendo l’utilizzo di un centrocampista in più.

è sempre più padrone: meriti suoi se tutto lerà liscio, ne risponda togliendosi di mezzo se non andrà così.
I per adesso lo hanno mollato: 5200 abbonamenti dopo un secondo posto sono una vergogna!