ULTIM'ORA

Paga Calletì, ‘Ciro’ resta, Adl non vuole top players!

C_29_articolo_1272969_upiImgPrincipaleOriz

di Nino Campa - Tra lo striscione in Piazza Plebiscito e al San Paolo, i azzurri dello Stirpe… “Meritiamo di più” e la maglia di Callejon rigettata tra le mani dello spagnolo, la vittoria a Frosinone è come quella di Pirro, un boomerang che evita solo il record personale di a 80 come nei eador all time.

Ancelotti brinda ai 3 punti per blindare il secondo posto, ma il presente azzurro è pieno di veleno…
“I giocatori erano dispiaciuti. Sono sorpreso anche io. A questi giocatori si può rimproverare di tutto, ma non impegno e professionalità. Non solo quest’anno, ma anche negli anni scorsi mi è sembrato irreprensibile. E’ una sorpresa per me”.

La difesa d’ufcio della squadra non trova però contatto con quella del “progetto”…
“Se i si lamentano del progetto è chiaro che si lavora per dare soddisni a tanta gente, vedere la gente che festeggia una vittoria. Se la gente si lamenta è uno stimolo a fare meglio. Il progetto è chiaro, va avanti da tanti anni con questa società, provando a migliorare anno per anno, facendo il passo quanto la gamba. Se la gente si aspetta il giocatore da 10mln di stipendio, giusto che si sappia che non arriva, ma possono arrivare tanti altri bravi come sono arrivati quest’anno. La dirigenza è competente, si lavora insieme con la proprietà che mette i soldi, le cose si fanno bene quando si fanno insieme. Non sarà una campagna mia, ma di persone che lavorano e che vogliono bene al ”.

Ancelotti assicura su : “Lo vedo sempre bene, anche quando gioca male. Dà tutto, lavora molto per la squadra, mi piace molto il suo atteggiamento, anche quando si ar e non gioca. Complimenti a lui che ha raggiunto , se lo merita per quel che fa. C’è nel futuro del ? Certamente sì. Quest’anno ha fatto bene, gestito al meglio ogni situazione. E’ un giocatore importante per l’atteggiamento che riesce a trasmettere ai compagni, al di là del campo”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply