ULTIM'ORA

Pacchia finita: offerte basse serie A 2018/21.

tavecchio.lega.2017.750x450

di Nina Madonna - Passo indietro, si sapeva: fin quando le tv potranno salvare il italiano?
La manna è finit: le offerte di Sky e Perform Group e Italian Way giustamente non superano i 500 milioni e il cda di ha manifestato la volontà di non presentare alcuna offerta per la 2018-2021 e scrive: “In coerenza con l’esposto presentato all’Autorità Garante della Concorrenza al fine di ottenere una nuova formulazione del bando per l’assegnazione di diritti tv 2018- 2021. Al di là dei nuti sportivi e dei valori economici attribuiti ai sini pacchetti, ribadiamo che la formulazione dell’invito a presentare offerte è totalmente inaccettabile in quanto aatte ogni e concorrenza e penalizza gran parte dei italiani costretti ad aderire oligatoriamente a un’unica offerta commerciale”.

Anche Tim, così come , non ha presentato offerte per la gara dei diritti tv. Tre soggetti hanno fatto offerte per l’asta dei diritti tv della Lega 2018-21. E nelle buste aperte davanti al notaio ci sono offerte di Sky, Perform Group e di Italian Way.

RICHIESTA. E’ di 1 miliardo di euro, ma c’è grande differenza con l’offerta presentata da Sky. Queste le parole di Luigi De Servio, amministratore delegato di Infront TV: “Il valore della resta un miliardo. Siamo sicuri di arrivare a una conclusione positiva”. ha poi precisato: “Il valore di partenza sarà quello indicato in questo bando (1 miliardo di euri, ndr) e c’è tempo fino a novembre, dicembre, sei mesi prima dell’inizio della pma stagione”.

. Dopo l’assemblea per il flop dei Diritti Tv dice: “L’assemblea ha deciso, con voto unanime, di non assegnare a nessuno dei concorrenti il bando. Il provvedimento adesso verrà valutato nella giornata di lunedì, della commissione, che presidierà il dr Nicoletti. Riteniamo che aiamo dei valori da esporre diversamente da quanto sono stati valutati da chi ha concorso”.

A SETTEMBRE. Rinvio a dopo l’estate, l’offerta che è meno della metà del miliardo richiesta, va ritrattata.
Si attendono le reazioni sull’esito del bando con offerte nettamente più basse delle previsioni e l’offerta di Italian Way che in tà è una lettera polemica per la struttura del bando.