ULTIM'ORA

Ottima Udinese, Napoli un rigore dubbio e basta!

C_29_fotogallery_1020211__ImageGallery__imageGalleryItem_4_image

di Paolo Paoletti - L’esame arriverà venerdi sera. L’ultimo ripasso a Udine è andato più male che bene.
Udinese-Napoli 0-1: 3 punti per il contro-sorpasso all’Inter e basta.
Il Napoli torna primo con grande sofferenza e per un rigore parato ma non bloccato da Scuffet. Per il resto un solo tiro in porta di in bocca al portiere peraltro su assist di Samir.

Minimo risultato, massimo sforzo: si sta invertendo il trend azzurro?
Decide al 33′: calcia il rigore, Scuffet respinge, riprende lo stesso e insacca.
Niente più ha fatto la squadra di Sarri, affaticata dalla Champions e da una condizione mentale che è difcile tenere a lungo.
Questa è la condizione che farà la differenza alla distanxza in un campionato sempre più mediocre e sempre più legato al caso.

Ok il debutto di Oddo: la sqiuadra ha giocato a ritmi altissimi e con grande determinazione. Se sarà sempre così la lotta per la salvezza non riguarderà Udine.

DECISIVI.
Scuffet 6. Ha il merito di aver respinto il rigore di , e il “demerito” di essersi fatto scappare il pallone.
Angella 5. Ma perché quella scivolata? E’ costata il rigore, è costata la partita.
Balic 6,5. Ovunque nel centrocampo, a molestare e compagnie pure a proporsi quando è servito.
Perica 5. Impari la lotta con Koulibaly e Chiriches, cerca di emergere, ha un paio di palloni buoni, ma li calcia con debolezza.

Reina 6. La parata del pomeriggio al 48′ st sul tiro di Barak che per poco non rovina la domenica azzurra.
Maggio 6,5. Dai grandi vecchi è sempre opportuno darsi, e visto che in la squadra non è votata alle solite cose, ci pensa lui, Maggio, a insinuarsi nell’area udinese no a trovare il rigore.
6. IL brivido dagli undici metri è suo: calcia male il rigore, Scuffet lo devia, e lui ha la freddezza per riprendere il pallone e insaccare. Basta e avanza per tenersi la lode della domenica.
5. Nella “stecca” collettiva dei tre tenori, prendiamo lui come esempio di una stanchezza collettiva del trio delle meraviglie: non si può pretendere sempre la luna.
4,5. In una partita sica e di carattere, come sempre, scompare. All’inizio cicca un sinistro a poche metri da Scuffet. Tocca pochi palloni, mai incisivi. Ancora sostituito.

TABELLINO. UDINESE-NAPOLI 0-1
Udinese (3-5-1-1): Scuffet 6; Angella 5 (38′ st Bajic sv), Danilo 6,5, Samir 6; Widmer 6, Barak 6, Fofana 6 (29′ st Jankto 6), Balic 6,5, Ali An 6; De Paul 5,5; Perica 5,5 (15′ st Lasagna 5,5). A disp.: Pontisso, Ingelsson, Borsellini, Pezzella, Lopez, Larsen, Matos, Bochniewicz, Nuytink. All. Oddo 6
Napoli (4-3-3): Reina 6,5; Maggio 6,5, Chiriches 6,5, Koulibaly 6, Hysaj 6; Allan 6, 6,5 (26′ st Diawara 6), 6 (38′ st Rog sv); 5, Mertens 5,5, 5,5 (32′ st Zielinski sv). A disp.: Sepe, Rel, Albiol, Mario Rui, Maksimovic, Ounas, Giaccherini, Leandrinho. All. Sarri 6
: Di Bello
Marcatori: 33′ (N)
Ammoniti: Danilo, Perica, Ali An, De Paul, Widmer (U), (N)
Espulsi:
Note: al 33′ (N) sbaglia il rigore deviato da Scuffet