ULTIM'ORA

Disastro Orsato, San Siro grida: “uomo di merda!”

Inter.proteste.gruppo.Orsato.arbitro.2018.750x450

“Uomo di merda, Orsato uomo di…”. I si dell’ hanno preso di mira l’ della sfida contro la a San Siro. Direzione sa di Orsato.
Pronti via, dopo 5’ ammonisce Juan Cuadrado per un vento in scivolata da dietro su Perisic.
Il segnale è chiaro: vuole avere la partita in pugno sin da subito, onde evitare polemiche. Ma non riesce nel suo intento, anzi, perde il controllo del match soprat nella prima frazione di gioco. Al 18’ l’episodio che cambia la storia di -. L’espulsione di Matias Vecino per un pestone rifilato a Mandzukic. Il pallone era già fuori dalla traiettoria di Mandzukic, Vecino viene e inizialmente per Orsato è solo da giallo. Il Var lo richiama, Orsato guarda l’episodio al monitor con attenzione e non ha dui: espulsione per Vecino per l’eccessiva vigoria nel pestone. In un primo momento il rosso può sembrare eccessivo, ma il centrocampista dell’ poteva saltare il croato bianconero ed evitare di fargli male. Invece no: vento duro, col piede sullo stinco di Mandzukic. Rosso diretto e Orsato perde il controllo del match per una decisione presa mente da lui, dopo aver rivisto l’episodio.

Il 21’ del primo tempo è un altro momento chiave di -. Ammonito Miralem Pjanic per proteste dopo un fallo di su Rafinha. Quel Pjanic che, già al 28’ del primo tempo, rischia il secondo giallo. I giocatori dell’ lo chiedono a gran voce, ma per Orsato non è da ammonizione l’entrata in ritardo su Rafinha in mezzo al campo. Insorge San Siro, si alzano i cori dei si nerazzurri: “Ladri, ladri”, si sente dalle tribune per il mancato secondo giallo a Pjanic per un vento in ritardo su Rafinha, insieme a “Solo rubare, sapete solo rubare”. Preso di mira anche lo stesso Orsato, con il coro: “Uomo di m…, Orsato uomo di m…”. Da questo momento in poi, l’ non riesce più a gestire la gara fino al termine del primo tempo (almeno). Proprio al 45’, un altro episodio che fa scatenare l’ira dei si dell’: duro vento di Barzagli su Icardi in scivolata vicino all’area di rigore della . Fallo imprudente del difensore bianconero, ma in questo caso non c’è la vigoria sproporzionata. Corretta l’ammonizione, ma crescono le proteste a San Siro per la direzione di Orsato.

Nella ripresa, l’incredibile mancata espulsione di Pjanic per un altro fallo su Rafinha. È il 13’ del secondo tempo quando il bosniaco entra in ritardo sul centrocampista dell’ e lo stende. Lo fa in due modi: col ginocchio sul petto e con le braccia sul volto dello stesso Rafinha. Un doppio fallo di Pjanic a metà campo e in ritardo su Rafinha. Orsato non estrae – incredibilmente – il secondo cartellino giallo e fa insorgere nuovamente San Siro. Protesta anche D’Ambrosio, che viene ammonito da Orsato per questo. Lascia stupefatti il mancato rosso a Pjanic: il bosniaco doveva già essere espulso nella prima frazione di gioco, incredibile che termini la partita in campo (prima di essere richiamato da Allegri, che al suo posto ha inserito Bentancur). Gestione davvero sa del match, dall’inizio alla fine. Non è un caso che Orsato aia chiuso la gara con 7 gialli e un’espulsione. Da un nazionale ci si aspettava tutt’altra prestazione stasera, soprat dopo la direzione di Rocchi in -. Serata da dimenticare, Pjanic era da espellere addirittura due volte. E persino Allegri – col cambio – aveva avvertito il grande rischio.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply