ULTIM'ORA

Open Australia: la carica di Novak e Serena. Dura per l’Italia…

Camila Giorgi

di Serena Paoletti - Si profila un primo turno nel complesso discreto per gli otto azzurri, cinque uomini e tre donne, in lizza negli n Open, al via lunedì pmo a Melbourne. Dal sorteggio – cerimonia cui hanno partecipato i vincitori del 2015, Novak Djokovic e Serena Williams – non sono usciti avversari insormontabili, se non per Camila Giorgi che se la vedrà con Serena Williams, mentre per i big ci sarà un esordio davvero ‘soft’ e un percorso iniziale non ostico. Nella pattuglia azzurra, quindi, l’unico debutto da far tremare le vene e i polsi è capitato alla n.35 del ranking Giorgi: unica delle tre italiane non testa di serie, è incappata proprio nella numero 1. Anche se la 34enne Williams non gioca un match o dall’11 settembre, quando fu sconfitta da un’altra azzurra, Roberta Vinci, nella storica semifinale degli Us Open.

E chissà che ciò non sia di buon auspicio per la 24enne marchigiana, che pure ha perso i due precedenti. Dal canto suo la antina, numero 15 Wta, attende una qualificata, mentre (19) se la vedrà con la russa paryan (60).

Tra gli uomini, Fabio Fognini (21) è stato sorteggiato contro il lussemburghese Gilles Muller (38), mai incontrato. Andreas Seppi (29) affronterà il russo Teymuraz Gabashvili (50), battuto in tre dei quattro precedenti; l’anno scorso l’altoatesino è arrivato agli ottavi, dopo aver einato Roger Federer nel terzo turno. Simone Bolelli (58) esordirà contro lo statunitense Brian Baker, al rientro col ranking protetto. Male è andata invece a Paolo Lo (69), opposto al bulgaro Grigor Dimitrov (28); così così a Marco Cecchinato (91), che sfiderà il francese Nicolas Mahut (71).

Nell’Opo dei big, Djokovic, numero 1 del mondo, potree incontrare Seppi nel terzo turno, poi nei quarti il giapponese Kei Nishikori (7) e in semifinale Federer (3). Il serbo punta al sesto titolo agli n Open, con il quale eguaglieree Roy Emerson. Lo svizzero, quattro volte campione a Melbourne (l’ultima nel 2010), ambisce invece al record assoluto degli Slam (ne ha già 17). Nel terzo turno, che nel 2015 contro Seppi gli è stato fatale, Federer potree trovare Dimitrov.

Nell’altra metà del tabellone, forse più incerta, si trovano Andy Murray (2), finalista l’anno scorso; Stanislas Wawrinka (4), campione nel 2014; e Rafa (5), campione nel 2009. Lo spagnolo e lo svizzero potreero affronsi nei quarti; e l’ eventuale vincitore trovare in semifinale lo scozzese. Tra le donne, la Williams e la russa Sharapova (5), nel 2015 campionessa e finalista, sono nella stessa parte di tabellone – assieme alla polacca Radwanska (4) e alla ceca Kvitova (6) – e potreero incrociatrsi nei quarti. A Melbourne Serena ha vinto sei dei suoi 21 titoli Slam; Masha uno (nel 2008) dei suoi cinque. Nell’altra metà si trovano la romena Halep (2), la spagnola Muguruza (3) e la tedesca Kerber (7); come pure la rediviva bielorussa Victoria Azarenka (16), numero 1 e vincitrice sabato a Brisbane, che a Melbourne ha conquistato, nel 2012 e 2013, i suoi unici trofei Slam.